L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

22/09/2006 12:56:05

..cosa devo fare??

..sono una giovane donna di 30 anni e convivo con un'uomo di 45 anni..stiamo insieme da circa tre anni mentre la nostra convivenza dura da circa un'anno.
..io ho un passato lunghissimo di Anoressia e Bulimia ..poi ho conosciuto lui..ed ho incominciato ad intravedere la luce..lui è divorziato da circa 10 anni,matrimonio durato appena un'anno..ha avuto tante storie..tante..io..figuriamoci!!
..cosa importantissima..lui è un'artista..e questo segna tutto il suo essere..io amo questa sua natura..anche se da quando conviviamo insieme..alcuni atteggiamenti incominciano a turbarbi..spiazzandomi e..
Le scrivo perchè sessualmente lui non mi cerca..facciamo all'amore ma di rado..e già questo amplifica la mia grossa insicurezza..per lo più naviga su siti porno..quasi ossessionato da un sesso crudo..esasperato..macabro..lo fa quando io non ci sono o quando sono occupata in qualche faccenda..inizialmente pensavo fosse per la pittura..ma adesso non ho risposte..vorrei capire ma non ci riesco..non ci riesco..ho lasciato tutto per questo rapporto..ma..non mi sento più sicura..lui sa che io so..ed io gli mantengo il gioco non parlandone..ma questo sta lentamente logorando i miei sentimeni.
..pensate che sia io esagerata..è normale che un'uomo sia così preso da immagini e video..quando ha una giovane donna ..discretamente carina..che vive con lui..che lo ama?
..lui mi ha detto che io sono il suo paradiso..la sua salvezza ..che è perso senza di me..ma che nel suo inferno non posso entrare..ma come faccio io..non riesco ad accettare questo inferno?!
La ringrazio se riuscisse a alleggerirmi un po' l'animo.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del25/09/2006

Premesso che questo non sostituisce un normale consulto medico ambulatoriale.
Dalla sua lettera sembra trasparire un forte investimento in questo legame associato ad una forte componente narcisistica, che risulta frustrata dal vissuto di rifiuto che Lei percepisce dal Suo compagno. Non credo il problema sia da ricercare un quello che fa Lui, ma in quello che Lei ricerca nel legame con Lui.
Cordiali Saluti

Dott. Gabriele Tonelli
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Neuropsichiatria infantile
Specialista in Psichiatria
BOLOGNA (BO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra