PRONTUARIO DEI FARMACI


MEDROL Corticosteroidi


Metilprednisolone


metilprednisolone DC IT FU

FARMACO ETICO

Classe Medrol 4 mg 30 cpr divis.: C

Rimborsabilità Medrol 4 mg 30 cpr divis.

Ricettabilità Medrol 4 mg 30 cpr divis.: RR - medicinale soggetto a prescrizione medica

Prezzo Medrol 4 mg 30 cpr divis.: 7.60

Sigla ssn:

Azienda: Pfizer Italia S.r.l.

Atc Medrol 4 mg 30 cpr divis.: Metilprednisolone

Percorso atc Medrol 4 mg 30 cpr divis. (albero)

  1. Preparati ormonali sistemici, esclusi ormoni sessuali e insuline
  2. Corticosteroidi sistemici
  3. Corticosteroidi sistemici, non associati
  4. Glicocorticoidi
  5. Metilprednisolone


Principi attivi Medrol 4 mg 30 cpr divis.: metilprednisolone (DC.IT) (FU)

Obbligatorietà Medrol 4 mg 30 cpr divis.:

Nota SSN (descrizione) Medrol 4 mg 30 cpr divis.: -----

Nota SSN (testo) Medrol 4 mg 30 cpr divis.:

Gruppo terapeutico Medrol 4 mg 30 cpr divis.: Corticosteroidi

Tipologia Medrol 4 mg 30 cpr divis.: FARMACO ETICO

Formato Medrol 4 mg 30 cpr divis.: compresse divisibili

Confezione Medrol 4 mg 30 cpr divis.: cpr/cps/pillole/confetti in blister

Descrizione estesa: Medrol 4 mg 30 cpr divis. 4 mg 30 cpr

Temperatura: nessuna temperatura

Mesi di scadenza: 60 mesi

Mercato parallelo Medrol 4 mg 30 cpr divis.:

Indicazioni terapeutiche Medrol 4 mg 30 cpr divis.:
disturbi endocrini: insufficienza corticosurrenale primaria o secondaria (l'idrocortisone o il cortisone sono i farmaci di prima scelta; gli analoghi sintetici possono essere usati in associazione con i mineralcorticoidi quando possibile; nell'infanzia l'integrazione con i mineralcorticoidi è di particolare importanza). Iperplasia surrenale congenita. Ipercalcemia associata a neoplasie. Tiroiditi non suppurative. Affezioni reumatologiche: somministrazione a breve termine come terapia additiva (per far superare al paziente un episodio acuto o una riacutizzazione) nelle seguenti condizioni: artrite psoriasica; artrite reumatoide (casi particolari possono richiedere una terapia di mantenimento a basse dosi); tenosinovite acuta aspecifica; spondilite anchilosante; borsite acuta e subacuta; artrite gottosa acuta. Collagenopatie: durante una riacutizzazione o come terapia di mantenimento in casi particolari di: Lupus eritematosus sistemico; cardite reumatica acuta. Affezioni dermatologiche: pemfigo. Dermatite esfoliativa. Dermatite erpetiforme. Micosi fungoide. Eritema multiforme grave (Sindrome di Stevens-Johnson). Psoriasi grave.Stati allergici: per controllare condizioni allergiche gravi o debilitanti non trattabili in maniera convenzionale: rinite allergica stagionale o perenne; dermatite da contatto, dermatite atopica; asma bronchiale; malattia da siero; edema angioneurotico; orticaria. Affezioni oftalmiche: processi infiammatori e allergici cronici ed acuti, gravi, che coinvolgono l'occhio ed i suoi annessi, quali: ulcere marginali corneali allergiche; congiuntivite allergica; Herpes zoster oftalmico; cheratite; infiammazione del segmento anteriore; corioretinite; uveite posteriore diffusa e coroidite; neurite ottica; irite e iridociclite; oftalmia simpatica. Affezioni respiratorie: sarcoidosi. Sindrome di Loeffler non trattabile con altri mezzi terapeutici. Berilliosi. Tubercolosi polmonare diffusa o fulminante sotto opportuna copertura chemioterapica antitubercolare. Affezioni ematologiche: trombocitopenia idiopatica e secondaria negli adulti. Anemia emolitica acquisita (autoimmune). Eritroblastopenia. Anemia ipoplastica congenita (eritroide). Affezioni neoplastiche: come terapia palliativa in: leucemie e linfomi negli adulti; leucemia acuta dell'infanzia. Stati edematosi: per indurre la diuresi o una remissione della proteinuria nella sindrome nefrosica, senza uremia, di natura idiopatica o da Lupus eritematosus. Affezioni varie: meningite tubercolare con blocco subaracnoideo in atto o latente sotto copertura chemioterapica antitubercolare. Dermatomiosite sistemica (polimiosite). Medrol 4 mg 30 cpr divis. trova applicazione anche in caso di: malattie respiratorie: enfisema polmonare, nei casi in cui l'edema bronchiale o il broncospasmo abbiano un ruolo significativo. Fibrosi polmonare interstiziale diffusa (sindrome di Hamman-Rich). Stati edematosi: in associazione con diuretici per indurre una diuresi in caso di: cirrosi epatica con ascite, insufficienza cardiaca congestizia. Malattie gastrointestinali: come coadiuvante nel trattamento della colite ulcerosa, sprue intrattabile, enterite regionale

Posologia e modo di somministrazione Medrol 4 mg 30 cpr divis.: il dosaggio iniziale di Medrol 4 mg 30 cpr divis. (Metilprednisolone) può variare da 4 a 48 mg al giorno a seconda della gravità della malattia. Il dosaggio iniziale deve essere mantenuto o regolato sino a che non si nota una risposta soddisfacente. Se dopo un periodo di tempo ragionevole si nota una mancanza di risposta clinica soddisfacente, il Medrol 4 mg 30 cpr divis. deve essere interrotto e il paziente sottoposto ad altra terapia. Si deve sottolineare che le necessità di dosaggio sono variabili e devono essere individualizzate sulla base della malattia che viene curata e sulla base della risposta del paziente. Dopo che si è notata una risposta favorevole, si deve determinare una dosaggio di mantenimento opportuno diminuendo il dosaggio iniziale del farmaco con piccole diminuzioni ad intervalli di tempo appropriati sino a che si raggiunge il dosaggio più basso che mantiene un'adeguata risposta clinica. Si deve ricordare che è necessario un controllo e un adattamento costante del dosaggio di farmaco. Sono inclusi nelle situazioni che possono rendere necessarie regolazioni di dosaggio, i cambiamenti nello stato clinico secondario con remissioni o aggravamenti del processo della malattia, la risposta individuale al farmaco, l'effetto dell'esposizione del paziente a situazioni di stress non direttamente correlate all'entità della malattia in corso di trattamento; in questa ultima situazione può essere necessario aumentare il dosaggio di Medrol 4 mg 30 cpr divis. per un periodo di tempo conforme alla condizione del paziente. Se dopo una terapia a lungo termine si deve interrompere la somministrazione del farmaco, se ne consiglia la diminuzione graduale piuttosto che brusca. Malattie reumatiche: artrite reumatoide grave: dose di attacco 12-16 mg; dose di mantenimento: 6-12 mg; moderatamente grave: dose di attacco 8-10 mg; dose di mantenimento: 4-8 mg; lieve: dose di attacco 6-8 mg; dose di mantenimento: 2-6 mg. Ragazzi: dose di attacco 6-10 mg; dose di mantenimento: 2-8 mg. Lupus eritematosus disseminato: dose di attacco: 20-40 mg; dose di mantenimento: 8-20 mg. Febbre reumatica acuta: dose di attacco: 0,5 mg ogni 450 g di peso corporeo, fino a che le mucoproteine sieriche ammontino a 6 mg % e la velocità di sedimentazione resti normale per una settimana. Malattie allergiche: asma stagionale grave: dose di attacco 16-40 mg. Febbre da fieno grave: dose di attacco 16-40 mg. Dermatite esfoliativa: dose di attacco 16-40 mg. Dermatite da contatto: dose di attacco 16-40 mg. Asma congenita: dose di attacco 12-40 mg; dose di mantenimento: 4-16 mg. Rinite allergica intrattabile: dose di attacco 12-40 mg; dose di mantenimento: 4-16 mg. Dermatite atopica generalizzata: dose di attacco: 8-12 mg. Eczema infantile generalizzato: dose di attacco: 8-12 mg. Malattie oftalmiche infiammatorie (interessanti il segmento posteriore): acute: dose di attacco: 12-40 mg. Croniche: dose di attacco: 12-40 mg; dose di mantenimento: 2-12 mg. Malattie varie: sindrome surrenogenitale: dose di mantenimento: 4-12 mg. Colite ulcerosa: dose di attacco: 16-60 mg. Leucemia: dose di attacco: 12-16 mg. Nefrosi: dose di attacco: 20-60 mg (10-14 gg o finchè non appare diuresi); dose di mantenimento: 12-40 mg (3 gg di seguito alla settimana per 6-12 mesi)