L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

01/03/2006 13:29:29

A tutti i dottori di 'dica 33' per piacere un parere

Chiedo a qualsiasi dottore che legga questo messaggio che sia neurologo, cardiologo o altro e pensi di sapere cosa ho di darmi una risposta. Ho 25 anni e dall'età di 10 i medici cercano di capire che disturbo ho o almeno da cosa dipenda senza risultati.Le ipotesi fatte riguardano l'epilessia , un difetto mandibolare che preme sulle arterie, aure ,insomma nessuno è in grado di darmi una risposta chiara e di farmi guarire.Il risultato è che ho l'impressione di essere peggiorata, ho paura che mi possa accadere qualcosa di irreparabile e la mia vita da un pò di tempo sembra sempre più faticosa. Ecco i disturbi: dopo essere stata per un pò di tempo seduta soprattutto davanti al televisore quando mi alzo ma anche rimanendo seduta e facendo qualche movimento ho una graduale per dita della vista(tipo un ombra nerastra),man mano che perdo la vista divento rigida, se sono alzata e non mi appoggio subito a qualcosa cado a terra capisco in parte cosa accade ma senza riuscire a controllare nulla.Ieri per esempio sul letto da seduta ho mosso la schiena per rilassarmi e ho aperto il torace.Un secondo dopo la crisi, buio parziele,impossibilità di muovermi, sentivo tirare indietro la testa e in parte capivo perchè avevo paura di farmi male contro la spagliera del letto.Durante la crisi divento rossa con lo sguardo fisso e stringo i denti.Il tutto dura non più di 10 secondi.Quando passa ho il cuore a mille e il respiro accellerato.Ma riprendo subito conoscenza, sto immediatamente bene.Ci sono giorni che non ho crisi altri che ho contìnue perdita della vista fino ad almeno una crisi forte.Ieri per esempio ne ho avute 5-6 piccole e 2 forti a distanza di un'ora l'una dall'altra.Ho fatto un rm cerebrale senza contasto ed è normale, gli elettrencefali rilevano sofferenza diffusa a sinistra, crisi iperpeneica con punte e con privazione di sonno crisi alla sli.Mi domando di fronte alla diagnosi di epilessia perche le crisi allora avvengono solo da seduta ad alzata o dopo un lungo tempo da seduta e non sempre? Io ho la senzazione di un problema circolatorio o cardiologico ho fatto anche un angio dei vasi sovraortici che è nella norma.Ho fatto una doppler ,è uscita normale ma il dottore ha ipotizzato un disturbo vascolare nascosto ma mi ha mandato da un neurologo che non ha valuatato la cosa perchè c'era a diagnosi epilettica. Vi prego di darmi una risposta, ho paura di morire e non mi sento mi ascoltata.Datemi un consiglio, ditemi cosa fare.Grazie di cuore.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del09/03/2006

Dal suo scritto si capisce che le hanno già proposto l' Epilessia come diagnosi e infatti dalla sua storia appare molto verosimile che si tratti di questo. Penso che le avranno anche consigliato una terapia, quindi le consiglio di seguire ciò che le è stato detto e di vedere se con la terapia il disturbo diminuisce o scompare del tutto.

Dott. Edoardo Gentile
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurologia
TORINO (TO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra