L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Pelle

29/04/2008 12:50:39

Acne rosacea

Ho quarant'anni e quasi casualmente mi e' stata diagnosticata
l'acne rosaceo.
L'otorinolaringoiatra che ha in cura mio padre mi ha spiegato che e' ereditaria e abbiamo scoperto che ne era affetto anche
mio nonno paterno.
Vorrei sapere come poterla curare, quali prodotti mi puo' con
sigliare? Cordialita'
Cristina

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/05/2008

Per risparmiare tempo, riporto una risposta gia' data in precedenza:
L'eritrosi facciale e' una fastidiosa dermatosi dovuta a vasodilatazione delle arteriole cutanee. Si manifesta nei soggetti con un sistema neurovegetativo labile ed e' scatenata da fattori diversi, emotivi, endocrini, fisici, alimentari. Inizialmente il rossore e' momentaneo o comunque transitorio, ma col tempo puo' divenire fisso e successivamente puo' sfociare nella Rosacea , quando incominciano a comparire le teleangectasie. Successivamente puo' ancora peggiorare, realizzando il quadro dell'acne Rosacea , con la comparsa di pustole follicolari, o del rinofima, con ispessimento della cute del naso. Questa e' l'evoluzione tipica, che si completa nell'arco di molti anni, per cui conviene affrontare il problema quanto piu' precocemente possibile, per cercare di fermarne l'evoluzione. Bisogna evitare tutti quei fattori che scatenano le crisi di rossore, e cioe' le emozioni, i pasti abbondanti, gli alimenti poco digeribili, gli alcoolici, i cibi piccanti, e inoltre il freddo, il caldo, soprattutto gli sbalzi di temperatura, alcuni farmaci. Anche i raggi solari peggiorano l'eritrosi, e in questo caso, con un fototipo 1-2, la protezione solare deve essere particolarmente spinta. La terapia va iniziata subito, e nei casi iniziali come questo e' sufficiente mettere in atto tutte le precauzioni che abbiamo descritto, compresa la protezione solare, e applicare regolarmente una crema ad azione capillaroprotettrice (Rosaderm, Save Rose, ecc.) + una crema o gel al metronidazolo all'1%. Inoltre, essendo stata riscontrata una relazione fra la presenza di Helicobater pylori e le lesioni della Rosacea , conviene eseguire il test per l'Helicobacter e, nel caso di positivita', eradicarlo con terapia antibiotica (es.: Claritromicina 500 mg al giorno per una settimana). Da segnalare inoltre gli ottimi risultati che si possono ottenere con terapia laser o luce pulsata.

Saluti
giosp@giosp.it
http://www.giosp.it



Dott. Giovanni Sportelli
Specialista attività privata
Specialista in Dermatologia e venereologia
GROTTAGLIE (TA)


Altre risposte di Pelle







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra