L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

06/03/2007 19:45:44

Aderenza nella scroto di una protesi testicolare

Sono un ragazzo di 33 anni. L'8 gennaiao 2007 mi hanno asportato il testicolo sinistro, in seguito ad una torsione testicolare, e mi hanno inserito una protesi testicolare.
Il mio problema è che la protesi si è attaca allo scroto. L'urologo che mi ha operato mi ha detto che non é niente di grave, e che per aiutare la pelle a distendersi mi ha prescrito di effettuare dei lavaggi e impacchi con euclorina.
Volevo sapere! Nel caso in cui questi impacchi non producono il loro effetto. E quindi la protesi rimane sempre attaccata alla parete esterne dello scroto. Che cosa possa fare per staccarla dallo scroto? C'è qualche altra terapia da fare o semplicemente con il tempo la protesi testicolare si staccherà da sola dalla parete dello scroto?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del09/03/2007

Caro lettore,
l'intervento risale a circa due mesi fa . Conviene ancora a spettare qualche mese per verificare se il quadro da lei descritto si modifica . Se questo non succede e l'effetto estetico che si ha non soddisfa , bisognerà rivalutare eventualmente la situazione anche da un punto di vista chirurgico.
Un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra