L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

03/05/2006 22:29:27

Agorafobia

Buonasera,
sono una giovane donna di quasi 28 anni, le scrivo, per una curiosità. Circa 5 anni fa ho fatto una dieta seguita da una dietologa che mi prescrisse in aggiunta ad un regime alimentare molto rigido, delle pillole che contenevano un quantitativo molto blando ( 3 mg, di fluoxetina mi pare) di un ansiolitico che mi disse, aveva l'unico fine di eliminare l'ansia di mangiare.
Dopo circa 3 mesi dalla fine della dieta, ho cominciato ad essere molto ansiosa fino ad avere attacchi di panico e finendo con il diventare agorafobica. Mi sono sempre chiesta; è possibile che l'improvvisa sospensione delle pillole dimagranti (dovuta alla fine della dieta) ha potuto causare uno squilibrio chimico portandomi all'ansia? Ringraziandola anticipatamente per la sua risposta, le mando i miei più distinti saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del07/05/2006

Lei non assumeva un ansiolitico, ma un antidepressivo. Un farmaco, comunque attivante e che non si può sospendere da un giorno all'altro.
Al momento la sua situazione si è complicata.
Le consiglio di rivolgersi dunque ad un neurologo.

Prof. Milena De Marinis
Universitario
Specialista in Neurologia
ROMA (RM)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra