L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

31/10/2006 18:44:19

AIUTATEMI

Salve sono una ragazza di 30 fidanzata con un ragazzo che dallo scorso giugno assume antidepressivi per forma di bipolarismo.a giugno scorso ha avuto una crisi,nn mi riconosceva + e sinceramente ho avuto tanta tanta paura.sono riuscita a portarlo in ospedale, da là il ricovero per una settimana e da lì è iniziato il mio calvario..a parte la botta psicologica di accettare che il mio ragazzo una volta al mese vede una psichiatra,nn ha + desiderio sessuale,è sempre lento, quando siamo tra amici nn parla più,e io ogni giorno devo alzarmi con il suo pensiero...nn è una lamentela egoistica, ma nn vedo futuro...ho paura...la psichiatra ha detto che ci vorranno ancora 4 o 5anni....io è quasi un'anno che nn faccio sesso.continuo a sovraccaricarmi di tutto,lui neanche lavora per il momento . Con la mia famiglia è meglio che nn ne parlo,tanto nn capirebbero, ma no perkè siano stupidi.Sono cose così profonde che ti fanno pensare "che ne sarà della mia vita"??? aiutatemi perfavore, mi sento il mondo addosso...

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del03/11/2006

Non è una situazione facile. Da una parte lei sente il dovere morale di stare accanto al suo ragazzo,dall'altra si chiede se questa dedizione non sia autodistruttiva. Credo che lei abbia il diritto di sapere esattamente la situazione per poter prendere dicisioni ragionevoli. Perciò ne parli con la psichiatra e cerchi di capire bene la situazione. Credo che il ragionevole parametro per scegliere sia chiedersi se la dedizione può giovare o no. A volte si crede di essere indispensabili, ma poi si scopre che così non era. Se la sua presenza può ragionevolmente aiutare il suo ragazzo a guarire allora va bene. Se invece vi state incamminando verso una coppia dove lei è destinata a fare l'infermiera a vita,allora ci pensi bene.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra