L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Alimentazione

01/02/2005 10:10:27

Aiuto!!

Buongiorno, sono una ragazza di 20 anni e da 2 anni soffro di vari disturbi, ad esempio nausea quotidiana, mal di stomaco, dolori all'intestino, male alla milza, dolori cervicali, vertigini...ho fatto tantissimi esami e tutti negativi. Per questo il medico ha ipotizzato il fatto che fossero problemi psicologici, anche perchè sono una ragazza molto ansiosa, nervosa, permalosa e via dicendo. Il problema è questo: mi è scomparso l'appetito e ho perso 4 kg. Il problema è che non mi vedo grassa, anzi mi vedo giusta e ho diminuito a mangiare non x questa paura ma perchè dopo mangiato mi veniva nausea, vertigini e vampate di calore. cosi ho fatto esami x le intolleranze alimentari e non sono intollerante a nulla. Quando ho quella poca fame in più, magari se penso che quel cibo poi mi possa far male, mi si chiude lo stomaco e mi viene nausea e vampate di calore. cioè sembra una cosa psicologica. E quando mi vengono ste sensazioni divento debolissima e mi devo distendere nel letto. Con l'alimentazione sto molto attenta e non mangio schifezze, merendine e roba del genere. Mangio molta verdura e frutta, cereali ma anche proteine animali. Il fatto è che ultimamente tutto ciò che mangio dopo 2 ore diventa acido e mi torna su. Ci sono cibi che proprio mi fanno stare a letto dalla debolezza che mi viene nella digestione, ad esempio le acciughe, il tonno, il salmone e la trota, cioè tutti quei cibi con gusti forti. Aspetto una sua delucidazione. Distinti saluti

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del04/02/2005

Ho il dubbio di aver già risposto due o tre giorni fa a una sua precedente lettera, comunque si rivolga a un buon omeopata di scuola rigorosamente unicista. I suoi disturbi mi ricordano molto il rimedio Phosphorus, ma si faccia valutare, non perda tempo, vedrà che ne trarrà benefici sostanziali.
Un caro saluto.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista in Neuropsichiatria infantile
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Specialista attività privata
MILANO (MI)


Altre risposte di Alimentazione







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra