L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Allergie

15/09/2006 18:20:13

Aiuto!

Salve! sono una cantante lirica. ormai da cinque mesi continuo ad ammalarmi a settimane alterne.sembra che la malattia mi stia dando tregua ultimamente, comunque ho passato tutta l'estate a letto con la febbre, le placche e le tonsille stile meloni, super-ingrossate. dal tampone è emerso che ho avuto lo stafilococco aureo; dalle analisi del sangue è seguito che ho dei nuovi anticorpi, epstein barr. ora, ho preso qualsiasi tipo di antibiotico(amoxicillina, penicillina, cortisone..) e ora m ritrovo senza placche, ma con delle tonsille abnormi bitorzolute. non voglio prendere altre schifezze, ma ora che sembra mi stia a poco a poco stabilizzando, secondo voi che devo fare almeno x prevenire una ricaduta?...dimenticavo, ora prendo una specie d vaccino 10 giorni per sei mesi...
grazie infinite! H.M. B.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del24/09/2006

Egregia, la soluzione è negli esami che ha eseguito: “che ho dei nuovi anticorpi, epstein barr.” È questo che le sta procurando tutti i suoi guai che sono rivolti proprio al suo strumento di lavoro. E’ completamente inutile eseguire tamponi faringei, se poi non si cerca la presenza dei virus, è completamente inutile usare gli antibiotici, sui virus non hanno nessun effetto.
Come vede, la diagnosi è stata eseguita, è il virus di Epstein-Barr, che le provoca le tonsilliti: “ma con delle tonsille abnormi bitorzolute.” Ha pienamente ragione a “non voglio prendere altre schifezze” non servono a niente ed alterano la sua laringe. La terapia da eseguire è portare via il virus in maniera biologica.
Questo virus ha molte implicazioni, fra cui ha la possibilità di innescare le tiroiditi, anche queste vanno ad alterare la sua laringe, con conseguente implicazione nel canto, ma non solo, la tiroide appartiene all’asse HPA, Hypothalamic Pituitary Adrenal axis nelle sue funzioni, la PNEI, psiconeuroendocrinoimmunologia, quindi un disequilibrio in questo, condurrebbe sempre ad una alterazione del ciclo mestruale, del tessuto adiposo, che come organo endocrino, influisce su tutto l’equilibrio ormonale dell’organismo, con implicazioni di edema, che influirebbe sempre sulla sua laringe.
Pertanto, per questi motivi, ho strutturato una metodica, che mi permette di rilevare, in tempo reale gli agenti patogeni e le cause che hanno determinato la patologia; agire solo sugli agenti patogeni e non anche sulle cause che li hanno fatto entrare, si conclude poco e si possono avere recidive.
Le indagini vengono svolte in studio, con esami strumentali di medicina convenzionale, analisi corporea, con cui si calcolano liquidi intra- ed extracellulari, infiammazione presente, massa magra e grassa, metabolismo basale, stato delle cellule e delle membrane. Analisi della distribuzione elettrolitica, che calcola le zone dove è presente una infiammazione cronica, persistente, asintomatica, subclinica, che perdura da molto tempo, da cui dipendono i disturbi presentati dalla persona in esame, le zone in acidosi, sempre indice di infiammazione, la presenza di radicali liberi, lo stato delle ghiandole e dell’asse HPA, Hypothalamic Pituitary Adrenal axis nelle sue funzioni, la PNEI, psiconeuroendocrinoimmunologia; successivamente si passa all’analisi dello stato dell’organismo, per un controllo dei dati elaborati dai due strumenti, la ricerca di agenti patogeni presenti, funzionalità degli organi. Il tempo necessario è di circa una, due ore, quindi venire alla visita con calma e tempo a disposizione.
Come vede è una complessità di dati che viene successivamente elaborata da me arrivando così a stabilire la diagnosi, la terapia e rispondere alle domande poste dalla persona in esame.
In questa maniera, si riesce a individuare esattamente tutte le cause, gli agenti patogeni e portarli via.
Come vede, ha una spiegazione di tutto quello che le sta succedendo, ma ha anche la soluzione, portare via il virus, senza usare le schifezze e far ritornare la sua laringe, ad un funzionamento regolare.
Saluti










Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Allergie







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra