L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

30/06/2008 22:30:57

Aiuto alle volte mi lancerei giù dal balcone.

Da 2 mesi ( tra l'altro sfortunatamente ho avuto anche un incidente con la moto ma è superato ) ho dolori lancinanti alla zona della mandibola dx. Due dentisti hanno escluso problemi dentali o pulpite. Il neurologo mi ha dato 300 mg di Lyrica 2 volte al dì e prescritto agopuntura e Toradol 30mg iniezioni quando necessario. Il dolore è passato per una settimana.ERO FELICE. Mi era tornata la voglia di vivere. l'amore per le piccole cose della vita come una giornata di sole, un gelato al cioccolato o la lettura di un buon libro nel tempo libero. Ora mi è ritornato più forte di prima. Mi hanno aggiunto Dobetin 5000. Un tentativo hanno detto.Domani vado a fare la risonanza magnetica. Ma sono psicologicamente e fisicamente distrutto. lancio un grido di dolore. Se non mi passa non ce la faccio. Non riesco a sopportare quei dolori lancinanti al di là di ogni ragionevole soglia. E senza scherzare Vi dico, meglio la morte. E credetemi dico sul serio. Chi di Voi ne soffre mi capirà. Io non ce la faccio proprio più. O guarisco o....................BASTA!!!!!!!!!!!!!!E.M.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del03/07/2008

Gentile utente,

Nel caso di dolori lancinanti della durata di alcuni secondi, simili a scosse elettriche, si potrebbe pensare ad una nevralgia trigeminale. In ogni caso è necessario effettuare una RMN ed una angio-RMN dell'encefalo al fine di individuare eventuali conflitti neurovascolari o altri problemi trattabili con piccoli interventi neurochirurgici.
Per la terapia del dolore cronico si possono considerare svariate opzioni terapeutiche: farmaci per il dolore neuropatico (oltre al Lyrica vi sono altri medicinali con maggiore efficacia sulla nevralgia trigeminale), antidepressivi con azione di modulazione sulle vie centrali del dolore, elettroterapia antalgica TENS. In determinati casi si può ricorrere alla scrambler therapy. Pertanto si rivolga con fiducia ad un ambulatorio ospedaliero di neurologia e/o ad un centro di terapia del dolore.
Cordiali saluti ed auguri.


Dott. Massimo Muciaccia
Specialista attività privata
Medicina Territoriale
Specialista in Neurologia
BARI (BA)


Risposta del04/07/2008

Non è chiara la natura del suo dolore, cose che deve chiarire con Riasonanza Magnetica (zona mandibolare, cerebrale) ed Angio-Risonanza qualora si tratti di un dolore da nevralgia trigeminale (ma non i dati per pronunciarmi in questo senso).
Ciò che è certo è che lei è molto depresso e che comunque deve farsi prescrivere un farmaco antidepressivo che la può aiutare sul dolore e sul tono dell'umore.
Fatta la diagnosi relativa al dolore in oggetto potrà fare una terapia mirata.

Dott.ssa Milena De Marinis
Universitario
Specialista in Neurologia
ROMA (RM)


Risposta del04/07/2008

Non è chiara la natura del suo dolore, che deve chiarire con una Risonanza Magnetica della zona mandibolare (interessata dal dolore) e Cerebrale. Deve anche effettuare una Angio-Risonanza cerebrale nel caso che il suo dolore sia causato da Nevralgia trigeminale (ma non i dati per pronunciarmi in questo senso).
Ciò che è certo è che lei è anche molto depresso e che comunque deve farsi prescrivere un farmaco antidepressivo (del tipo del Cymbalta) che la può aiutare sul dolore e sul tono dell'umore.
Fatta la diagnosi relativa al dolore in oggetto, potrà fare una terapia mirata.



Dott.ssa Milena De Marinis
Universitario
Specialista in Neurologia
ROMA (RM)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra