L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Allergie

28/07/2007 04:02:08

AIUTO!PROBLEMA IRRISOLVIBILE?

Ho 34 anni.A 10 anni è morto mio padre.Dal 1985 faccio uso di antidepressivi.Diciamo sono sopravvissuto,mai stato bene!Visitato da decine di Psichiatri,Neurologi,Psicologi.
Oggi la mia Depressione è seria, mi impedisce di lavorare (e non me lo posso permettere di perdere il mio lavoro).Ho perso gli affetti,non riesco più a relazionarmi,a semplicemente parlare,tenermi in piedi,dormire...Causa di tutti i farmaci usati in passato e recentemente, il mio fagato presenta Fosfatasi Alcalina aumentata di tre volte e Bilirubina Diretta di due volte e mezzo con fortissimi dolori al fianco destro avanti-retro e dolenzia irradiata al muscolo sopra la spalla destra.Inoltre i due valori non si arrestano.Il Curante e l'Epatologo sostengono che il quadro è sintomo di intossicazione e sovraccarico epatico da farmaci.Non bevo se non saltuariamente,non ho mai fatto uso di sostanze illecite .L'Epatologo sostiene che oltre il Samyr 400(non ottenendo alcun beneficio per la depressione),non posso più usare alcun farmaco di interesse psichiatrico poichè epatotossici e quindi fatali per il mio fegato.Lo Psichiatra e lo psicologo in collaborazione, sostengono che non ho la minima possibilità, di anche solo migliorare, senza seria ed immediata terapia farmacologica.Non sanno più neanche loro come dipanare questo irrisolvibile problema.Mi stanno abbandonando poichè non trovano soluzione.Intanto io peggioro di giorno in giorno.Cosa devo fare,dove e a chi mi devo rivolgere?Ditemi Voi, sono nelle vostre mani competenti.Grazie.


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/08/2007

Sicurante i farmaci antidepressivi possono causare dei problemi al fegato, ma ogni situazione va analizzata attentamente per scegliere il farmaco giusto con minimi impatti per il fegato. Con il più prudente realismo ho il dovere di darle fiducia. In casi come al suo consiglio sempre di avere fiducia nei propri medici e di chiedere se possibile consulenza anche ad altri specialisti.
Saluti.


Dott. Felice Nava
Medico Ospedaliero
Ricercatore
Specialista in Psicologia
Specialista in Tossicologia medica
CASTELFRANCO VENETO (TV)


Altre risposte di Allergie







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra