L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

03/08/2006 15:55:43

Albumina nelle urine (20 mg/dl)

A seguito di aumentata caduta di capelli, mia figlia di 16 anni ha effettuato esami standard del sangue e delle urine. Tutto normale tranne albumina nelle urine pari a 20mg/dl (V. N. fino a 10 mg/dl). Stessi identici risultati a distanza di 5 mesi.
E' il caso di approfondire con altre analisi relative a patologie renali ?
Grazie

e.s.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/08/2006

Sua figlia perde i capelli perché ha una Tiroidite , malattia autoimmune, che ha colpito anche i reni.
Non vanno eseguiti esami standard, ma molto più incisivi, inoltre è il ragionamento che conduce alla loro interpretazione. Le faccio un esempio, il valore dei globuli bianchi va da 4.000 a 10.000, se il valore riscontrato è 4.200, sono bassi, pur rientrando nella “normalità”, vuol dire che qualche agente patogeno se li sta mangiando, quindi va cercato, ed è lui che sta provocando la malattia autoimmune, attraverso il mimetismo molecolare. Ma anche il TSH o altri ormoni tiroidei, come altri esami, possono essere analizzati con questo ragionamento.
La presenza di un virus o batterio, per lungo tempo nell’organismo, mantenendo una infiammazione cronica persistente, innesca attraverso il mimetismo molecolare, la malattia autoimmune, produce anticorpi anti-tiroide e anti-rene, tutta questa sommatoria, produce uno stato di difficoltà dell’organismo, che taglia quello che non serve, in questo caso i capelli.
Come vede, analizzando un semplice sintomo vago e aspecifico, si comincia a ragionare, per arrivare ad una diagnosi e a una terapia. Proprio per questo motivo, giungere ad una diagnosi in breve tempo, senza aspettare mesi, ho strutturato una metodica che integrando la medicina convenzionale, l’immunologia, l’ormesi, con la medicina convenzionale, mi permette di seguire in tempo reale, il ragionamento diagnostico e terapeutico. Così da poter fornire spiegazioni alla persona in esame.
I sintomi vaghi e aspecifici vanno sempre ben analizzati, poiché conducono ad una precoce diagnosi ed attuare così una prevenzione. Se lei pensa attentamente alle condizioni fisiche della figlia, sicuramente ne troverà molti, rispetto alla sola caduta dei capelli.
Saluti



Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra