L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

01/10/2006 20:44:01

All'attenzione del dottor moschini

Gentilissimo,le ho già scritto per farle i miei complimenti riguardo le risposte che dà ai quesiti degli utenti e per il modo esauriente e gentile con cui risponde;la mia intenzione nn è quella di farle complimenti per ricevere risposte alle mie domande, desideravo solo esprimere la mia opinione ed in effetti non è necessario che pubblichiate queste mie parole.Le scrivo xchè sono una studentessa di farmacia al quarto anno, e dopo aver sostenuto vari esami come quello di patologia medica( che è1dei miei preferiti), ho più coscienza verso le questioni sanitarie.
Mi sono accorta che nn molti medici sanno leggere i risultati dei test di laboratorio e si affidano solo ai paramentri di riferimento, senza pensare che , se un valore risulta troppo vicino al minimo o al massimo di riferimento,un problema, seppur piccolo, magari c'è...per esperienza personale, ad esempio, nessuno mi dice a cosa può essere dovuta una tas a 400; tutti mi dicono solo che se la ves è normale nn ci sono problemi...mi sembra una stupidaggine, anche perchè la ves è un esame aspecifico e da solo non vale granchè...poi avere un titolo anti-o streptolisinico così alto può significare che sono nella fase acuta di una bella infiammazione.Eppure nessuno mi da una cura:in4anni la mia tas è arrivata da sola, senza cure, a 287...beh, almeno il mio corpo è forte...ma è giusto lasciare che sia solo il mio povero corpo a dover combattere contro un patogeno che potrebbe contemporaneamente provocarmi altri danni più seri?ed è giusto perdere tutto questo tempo?se continuo così, fra altri4anni la mia tas sarà normale, anche se magari si vedranno gli effetti della passata infiammazione su altri organi e tessuti...pensi che ho anche problemi alle valvole cardiache...nulla di serio, per ora, ma dai miei studi di microbiologia so che questi danni possono essere provocati anche dallo streptococco, e ciò spiegherebbe la tas alta...e i miei dolori articolari...e via dicendo...lo sa che ho scoperto tutte queste cose partendo da una "semplice" episclerite?ho divagato, ma tutto ciò per dirle che il suo metodo mi piace e se avessi superato il test di medicina 4 anni fa, avrei voluto essere un medico scrupoloso come lei....auguri per la sua professione, e per tutto..in attesa di leggere altri commenti agli utenti, le porgo i miei più sentiti saluti.
a.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del04/10/2006

La ringrazio, in effetti il TAS alto senza dati anamnestici, esame obiettivo, altri esami, non ha nessun significato. Vanno eseguiti esami di virologia, più approfonditi.
Il passaggio da un valore alto, ad uno più basso, ha il significato che nel suo organismo, si sta verificando una immunodeficienza, per cui la risposta immunitaria sta calando, altrimenti aumenterebbe. Questo è il significato reale dell’aumento o della diminuzione del TAS, oltre alla dimostrazione della presenza degli “antigeni” dello streptococco, ma non del batterio. E’ un discorso che può sembrare complicato, ma la realtà immunologica è questa. Il sistema immunitario va analizzato attentamente, per spiegare le manifestazioni che si stanno svolgendo nell’organismo.
La episclerite, è una cosa seria, che necessita di approfondimenti maggiori, non è così tanto semplice.
La saluto e la ringrazio.


Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra