L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

23/03/2006 13:50:55

Allergia all'istamina

Buongiorno, , da circa 8 anni sto cercando di risolvere il mio problema allergico alle sostanze alimentari ricche di istamina,oltre agli alimenti sono risultata allergica anche a molti farmaci. La mia allergia si manifesta circa una volta al mese con un evidente edema facciale. Vorrei sapere se oltre agli antistaminici e alla cura cortisonica, che non bloccano la mia manifestazione allergica, vi sono delle cure più efficaci. Posso sapere inoltre se questo problema di allergie da shock anafilattico viene riconosciuto come malattia dal servizio sanitario?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del26/03/2006

"questo problema di allergie da Shock anafilattico viene riconosciuto come malattia dal servizio sanitario?" non lo so ma dovrebbe, almeno stimolerebbe a fare una prevenzione. Quando si paga per qualcosa, poi si cerca di non pagare per il futuro. Purtroppo la prevenzione è sparita dal vocaolario dei politici.
Cosa è successo 8 anni fa che ha innescato questa allergia?
Qui sta il problema, cercare a tutti i costi di inibire un sintom, non conduce a niente, anzi, porta a nuovi sintomi.
Tutta la sua sintomatologia conduce ad una alterazione del sistema immunitario che è stata promossa da una alterazione antecedente. Questa va cercata, se si vuole risolvere il problema.
La risposta che avviene è linfocitaria, dall'analisi di questi si può risalire alla prima manifestazione che ha provocato il problema. Una attenta analsi, con la medicina biologica può facilitare il ragionamento diagnostico. Infatti la medicina biologica ha a disposizione molti esami strumentali che possono condurre a una diagnosi più esatta.
Molto importante è conoscere dove il sistema immunitario ha sbagliato, pertanto esegua:
Tipizzazione HLA classe I e II. Con espressione genica e corrispondenze sierologiche.
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
anticorpi sierici anti tireoglobulina
anticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)
Tireoglobulina
anticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK)
FT3, FT4, TSH
Anticorpi antinucleo (ANA e frazioni (ENA, Sm, RNP)
Calcitonina
Prolattina (possibilmente al 21°giorno mestruale)
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
· ANTICORPI ANTI-KLEBSIELLA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-MICOPL Asma PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-MYCOBACTERIUM TUBERCULOSIS
Saluti







Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra