L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

01/12/2006 17:15:28

Ancora al dottor margaritondo.....

Gentilissimo dottor margaritondo,
mi scusi se approfitto della sua disponibilità, ma avrei un nuovo quesito da sottoporle.
Leggo che lei è specialista in chirurgia d'urgenza, ma la mia domanda è più di pertinenza cardiologica..la rivolgo a lei data la fiducia che mi ispira...l'angina pectoris è una malattia che colpisce prevalentemente gli anziani oppure non ci sono limiti di età? questa curiosità ha un motivo, e glielo spiego subito: io ho 21 anni, e ho dei fortissimi dolori allo sterno, più nella parte sx....è da circa 2anni che ho questo dolore ma non è fisso;ci sono periodi in cui sembra che il "fastidio" mi lasci in pace...eppure se prendo in mano un oggetto, se tengo in braccio mio nipote e cose simili, devo fermarmi assolutamente perchè il dolore è lancinate e si irradia verso il braccio sx;se sto ferma, non ho dolore, ma se cambio posizione all'improvviso, il dolore torna.all'inizio, pensavo fosse dovuto a dolori da freddo(ma sono più di due anni ormai...), o un' infiammazione a livello polmonare...ma documentandomi, i miei sintomi sono perfettamente identici a quelli dell'angina.
inoltre, è qui c'è un pò di confusione, ho un piccolo difetto del cuore: c'è confusione perchè in una eco color doppler risulta "esile rigurgito aortico e lieve rigurgito tricuspidale", mentre nella seconda(a distanza di due anni) risulta" jet di rigurgito protosistolico alla valvola mitrale"......tra qualkche mese ripeterò la doppler andando, stavolta, da un medico "in gamba" per chiarire quale è la valvola che non funziona correttamente. comunque, l'angina può essere provocata anche da difetti alle valvole...in famiglia due fratelli di mia madre hanno un lieve prolasso congenito della mitrale....
mi scusi per l'invadenza, dottore, ma spero che il suo parere,come è stato per mia madre, possa indirizzare anche me verso esami più approfonditi....
in attesa della sua cortese attenzione, la saluto augurandole buona serata
a.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del04/12/2006

Gentile Signora, purtroppo questa volta non posso aiutarLa. Le mie conoscenze di cardiologia sono limitate alla cultura professionale di base. Oggi la medicina è diventata molto settoriale proprio perchè le innovazioni arrivano continuamente e solo gli specialisti delle varie branche possono aggiornarsi con profitto. Inoltre in medicina è l'esperienza in un campo specifico che dà la possibilità di capire e di interpretare segni e sintomi e quindi di consigliare le indagini più corrette per arrivare ad una terapia valida. Non è mia abitudine, in situazioni serie come la medicina, fare sfoggio di cultura solo per far vedere di essere bravo (o meno). Le consiglio quindi di rivolgersi senza dubbio ad un centro ospedaliero di cardiologia della sua città di residenza, dove troverà sicuramente le competenze più adatte per risolvere il suo caso.
Cordiali saluti ed a presto
prof. Enrico Margaritondo
Chirurgo della Mano


Prof. Enrico Margaritondo
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia d’urgenza
ROMA (RM)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra