L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infanzia

17/02/2005 11:35:22

ANEMIA MEDITERRANEA

EGREGIO DOTTORE, IO HO UN BAMBINO DI 2 ANNI, IL QUALE A EFFETTUATO DELLE ANALISI DEL SANGUE PER VEDERE SE ERA ALLLERGICO, ED OLTRE AD ALCUNE ALLERGIE, SECONDO IL MIO PEDIATRA E' RISULTATO PORTATORE SANO DI ANEMIA MEDITERRANEA. VORREI SAPERE SE E' POSSIBILE, VISTO CHE IN GRAVIDANZA HO FATTO SIA L'ESAME VILLOCENTESI, CHE L'AMMIOCEBTESI E IN NESSUNO DEI DUI CASI E' RISULTATO NIENTE. IN ATTESA LA RIGRANZIO.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del21/02/2005

Per poter porre diagnosi di portatote di beta Talassemia , bisogna eseguire un esame: l'elettoforesi dell'emoglobina.
Mi chiedo come mai sua moglie abbia fatto la villocentesi e successivamente l'amniocentesi dato che a livello diagnostico sono lo stesso esame solo che il primo può essere eseguito alla 11^ settimana sui villi coriali e l'altro alla 15^ settimana su liquido amniotico. Forse ci saranno stati dei motivi particolari che non conosco. Comunque questi esami servono solo per evidenziare anomalie numeriche e strutturali dei cromosomi e non delle alterazioni del DNA, quindi tali esami non servono per vedere se si è portatori di talassamia o meno.

Dott. Gian Luca Trobia
Specialista in Pediatria e Neonatologia
Medico Ospedaliero
CATANIA (CT)


Altre risposte di Infanzia







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra