L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

03/05/2006 16:08:02

Angioma cavernoso

Mio fratello ha avuto un solo episodio di attacco epilettico dalla risonanza è risultata una macchia di sangue,i dottori prima incerti se si trattasse di un angioma cavernoso o un ematoma spontaneo in quanto l'episodio è avvenuto a distanza di due giorni da un calcio in testa durante una partita di calcio cmq ,hanno in seguito detto che probabilmente si trattava di ematoma in quanto vi era una buona riduzione della macchia,a distanza di mesi ha rifatto la risonanza è la lesione c'è ancora e a questo punto hanno parlato nuovamente di angioma cavernoso e probabilmente si deve intervenire chirurgicamente,ma è possibile scambiare un ematoma per un angioma cavernoso?si deve per forza intervenire chirurgicamente?quali sono i rischi

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del07/05/2006

Con delle adeguate neuroimmagini (Risonanza Magnetica ed angiorisonanza) si può fare una diagnosi differenziale tra le due condizioni.
Consiglio una visita neurochirurgica.

Prof. Milena De Marinis
Universitario
Specialista in Neurologia
ROMA (RM)


Risposta del09/05/2006

Lei non chiarisce di che tipo fosse l'attacco epilettico. Non credo che i colleghi abbiano scambiato un ematoma per un angioma. E' invece possibile, visto il recente trauma, che l'ematoma riscontrato potesse essere attribuito a una lacero-contusione. Il riscontro a distanza di una iperdensità simile a quella del sangue ha fatto ritenere che quella lesione non fosse più attribuibile al sangue (vuoi per il trauma, vuoi per il sanguinamento dell'angioma stesso), ma appunto all'angioma.
Va bene eseguire una risonanza, ma l'angioma cavernoso non si evidenzia all'esame angiografico, che potrà essere comunque eseguito non già per la diagnosi differenziale tra ematoma e angioma ma per escludere che il sospetto angioma non sia una piccola malformazione arterovenosa che potrebbe essere trattata anche con la gamma-Knife.
Cordialmente

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra