L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Occhio

19/05/2008 13:23:22

Angioma e perdita della vista

Buongiorno,
qualche mese dopo la nascita mi è comparso un angioma all'interno della parpebra dell'occhio destro e si è poi espanso per metà volto e parte della testa, di conseguenza l'occhio si era gonfiato e non riuscivo più a tenerlo aperto. Per risolvere questo problema sono stata sottoposta ad infiltrazioni di cortisone intorno all'occhio. Purtroppo ho perso la vista, mi hanno dato varie motivazioni, ma non ho tutt'ora capito qual'è quella reale!è possibile che la causa siano state proprio quelle infiltrazioni cortisoniche?Oppure è semplicemente un fatto congenito?Inoltre esiste un intervento che mi aiuti a recuperare qualche grado?
Grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del22/05/2008

Carissima,
L’angioma è una neoplasia benigna di origine mesodermica, costituita da una malformazione del tessuto mesenchimale angioblastico. Già presente alla nascita o a comparsa più tardiva, può avere modalità evolutive diverse in rapporto al maggiore o minore grado di maturità delle strutture vasali. E’ caratterizzato da chiazze di arrossamento non infiammatorio di varia tonalità cromatica, a superficie piana o rilevata, o da tumefazioni sottocutanee, che configurano aspetti clinici diversi (angioma piano, angioma tuberoso, angioma cavernoso) cui corrispondono diversi riscontri istopatologici.
L’emangioma infantile è un tumore benigno, che aumenta di volume per angiogenesi dermica da turn over endoteliale aumentato. L’incidenza alla nascita, è compresa tra l’1 ed il 3 %, per aumentare, entro l’anno di età, soprattutto nei caucasici, sino al 10 - 12 %. Il rapporto femmine/maschi è valutato intorno a 3:1.
Altra cosa è la Sindrome di Sturge-Weber che è una rara affezione congenita appartenente alle cosiddette "sindromi neurocutanee" o facomatosi e caratterizzata dalla presenza di multipli amartomi localizzati a carico di occhio, cute e sistema nervoso centrale.
Un segno tipico cutaneo è la presenza del "nevo flammeo"(angioma), localizzato più comunemente alla palpebra ed alla parte superiore del viso a tipica distribuzione trigeminale unilaterale.
I pazienti affetti presentano infine anche alterazioni oculari tra cui Glaucoma ed angiomi della coroide.
Le manifestazioni cliniche della malattia di Sturge-Weber hanno una comune base embriologica, rappresentata dall'anomala persistenza di vasi ematici embrionari con conseguente effetto sui tessuti circostanti.
Non è ancora del tutto nota la causa di questo disordine; non si tratta comunque di una patologia ereditariamente trasmessa.
QUINDI BISOGNEREBBE SAPERE QUALE E' STATA LA DIAGNOSI DI QUESTA ANGIOMATOSI!!


Un caro saluto.
siravo@supereva.it
http://siravoduilio.beepworld.it





Dott. Duilio Siravo
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
PISA (PI)


Altre risposte di Occhio







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra