L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Occhio

16/03/2008 10:29:37

Anisocoria occhio dx

Da circa otto mesi mi si è riscontrata anisocoria all'occhio destro e in momenti di stanchezza ho accusato diplopia.
Dagli esami: TAC, visite oculistiche si è diagnosticata la paresi del terzo anello.
(non sono stato sottoposto a risonanza magnetica perchè ho dei pallini di piombo da caccia nel torace)
quali possono essere le cause e le cure ?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del19/03/2008

Caro Signore,
mi piaceva sapere da quanto tempo si è accorta dell'anisocoria .
In presenza di anisocoria è fondamentale un esame oftalmologico completo con particolare attenzione all’esame biomicroscopico del segmento anteriore e alla misurazione della pressione intraoculare. E’inoltre necessario escludere la presenza di deficit della motilità oculare estrinseca, di alterazioni della posizione e dell’attività palpebrale e disfunzioni trigeminali(incluso il riflesso corneale).
Non dimentichiamoci poi l'anisocoria fisiologica.
E la causa più frequente di differenza relativa del diametro pupillare. Circa il 20% della popolazione generale presenta qualche grado di anisocoria. L’anisocoria fisiologica o essenziale è generalmente di 0,5 mm e comunque inferiore a 1 mm. La prevalenza di anisocoria aumenta con l’età, raggiungendo il 33% nella popolazione sopra i 60 anni. La differenza nel diametro pupillare nell’anisocoria fisiologica è costante nelle diverse condizioni di illuminazione con una lieve tendenza ad essere maggiormente evidente al buio.
C'è poi a pupilla tonica di Adie .Patologia ad eziologia ignota, che determina alterazioni pupillari verosimilmente secondarie ad un danno a livello delle fibre postgangliari.Poiché sono coinvolte le fibre che innervano sia il sono muscolo sfintere della pupilla che il muscolo ciliare, sia i riflessi pupillari che ciliari, l’accomodazione sono compromessi. Il quadro clinico è caratterizzato da una pupilla irregolare e dilatata che mostra scarsa o assente reazione alla luce. Spesso associata ad reazione ipo-areflessia.
Nel suo caso poi deve meglio definire che cosa intendono per paresi del terzo anello!
Un saluto.
http://siravoduilio.beepworld.it

Dott. Duilio Siravo
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
PISA (PI)


Altre risposte di Occhio







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra