L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

29/12/2006 16:06:24

ANSIA

BUONGIORNO
SONO UNA RAGAZZA DI 31 ANNI DA CIRCA 6 MESI SONO IN CURA DA UNA PSICHIATRA E DA UNA PSICOLOGA PERCHE' DOPO UNA GRANDE PAURA PER LA SALUTE DI MIA FIGLIA HO COMINCIATO AD AVERE TUTTE LE MATTINE NAUSEA DIARREA TACHICARDIA FINO AD UN RICOVERO 6 MESI FA AL PRONTO SOCCORSO DOVE MI HANNO DIAGNOSTICATO UN ATTACCO DI PANICO. DA ALLORA LA PSICHIATRA MI HA DATO PRAZENE 1/2 MATT. 1/2 SERA E 1 DENIBAN .I SINTOMI SONO SCOMPARSI DOPO CIRCA 3, 4 GIORNI DAL TRATTAMENTO.LA PSICHIATRA DOPO 1 MESE DI TRATTAMENTO MI HA TOLTO DENIBAN E DATO ZOLOFT ,MA SONO STATA MALISSIMO 3 GIORNI DOPO HO DOVUTO RIPRENDERE DENIBAN ED ORA MI SENTO BENE .LA MIA DOMANDA E' LA PSICHIATRA INSISTE CON IL DIRE CHE IL DENIBAN HA EFFETTI COLLETRALI CHE ALLA MIA ETA' DEVO EVITARE QUINDI VUOLE SOSPENDERLO ,MA SE INTERROMPO IL TRATTAMENTO HO ANSIA NAUSA E DIARREA COSA DEVO FARE? GRAZIE

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del01/01/2007

se è l'unico farmaco che la fa stare bene è meglio continuara con quello. i farmaci temiti della collega sono l'iperprolattinemia che può dare blocco delle mestruazioni e calo della libido. sarebbe meglio evitarli, ma se non li ha ancora avuti non è detto che le vengano, soprattutto tenedo i dosaggi della medicina bassi. quindi continuerei con il deniban

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra