L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

03/06/2004 13:11:42

ANSIA 1

Mio marito ha 31 anni, da un anno soffre di ansia, si sente giu', ha dei pensieri negativi.
All'inizio non riuscivamo a capire che cosa fosse. Siamo una bella famiglia abbiamo una bella bambina, andiamo d'accordo. Pian piano mio marito ha capito che questa ansia è forse il risultato di un suo precedente lavoro, che ha lasciato 5 mesi prima di sentirsi male. In questo precedente lavoro, durato 3 anni, lui viveva ogni giornata di lavoro con l'ansia e poi, visto che siamo stranieri, non abbiamo nessuno e visto che mio marito è una persona chiusa, non usciamo a divertici e non abbiamo amici. Questo è quello che lui riesce a capire. Al momento lui prende xanax 25 mg da 2 mesi, e non si vuole far visitare da un medico (secondo me ha paura che il dottore gli dica che sta male). Al momento sta meglio, ma io comunque seguendolo da vicino (da un anno ha alti e bassi) non sono sicura che tutto sia passato. Non so che fare. Secondo me ha bisogno di un medico. Non so se ha bisogno di uno psicologo o di uno psichiatra (dice che dagli psichiatri vanno le persone matte). Un giorno si è sentito male e mi ha detto: forse ho bisogno di un dottore, poi il giorno dopo si è sentito meglio e mi ha detto di non chiamare nessun medico.
COME FACCIO A CONVINCERLO CHE SI DEVE FAR CONTROLLARE?


grazie mille



Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del11/06/2004

A volte la mancanza di un contatto con la natura e con un ritmo di vita non disumano stritola le persone. E le persone stritolate diventano carne da macello, da voto politico, da guerra.
Le persone che hanno avuto il coraggio di fare tanti cambiamenti nella loro vita non devono fermarsi quando la fatica di ciò che è accaduto rischia di abbatterle, perché se si fermano i coraggiosi si ferma tutto.
Trovi uno psicoterapeuta (non uno psichiatra) di gran carattere e si faccia aiutare. Non lo rimpiangerà.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra