L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

09/04/2005 10:45:44

Ansia

Carissimo dottore, sono una donna di 47, soffro di ansia con attacchi di panico, è da 2due anni che assumo il cipralex da 20mg , ancora non ho avuti grandi risultati. Sono sempre in ansia che mi possa ritornare l'attacco, non sono mai tranquilla. potrei e vorrei fare tante cose ma, questo "male" mi limita molto. Cosa mi consiglia? spero di essere stata chiara. saluti francesca

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del13/04/2005

gentile signora, lei solleva un grande ed importante problema che potrei riassumere così: il comportamento, il tono dell'umore e le manifestazioni della psiche sono riconducibili solo a meccanismi biochimici?
Io credo che l'essere umano sia un sistema molto complesso in cui gioca una parte molto importante la biologia (nel caso dell' Ansia i meccanismi della serotonina, della noradrenalina ecc), ma che è costituito anche da quella componente relazionale che si esprime in un ambito diverso.
Pensare di risolvere problemi complessi con rimedi semplici è un poco illusorio.
Magari l' Ansia fosse solo un problema di molecole!
Il cipralex è un ottimol farmaco, ma pensare che da solo risolva e modifichi la qualità della relazione interpersonale, rinnovi la progettualità dell'individuo, ridia vigore alle emozioni e al pensiero ristabilendo un equilibrio tra loro... francamente mi pare un po' troppo ottimistico.
Non ha mai pensato ad una psicoterapia?


Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra