L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

29/07/2006 20:36:14

Antistress

Buonosera, soprattutto a causa della mia mezza sordità ( che mi complica tantissimo la vita ) sono TREMENDAMENTE stressato. Per combattere lo stress, in passato ho cercato di meditare e ho più volte tentato di fare training autogeno ma non ne sono capace. Da circa un mese ho trovato una tecnica antistress che mi ha procurato già un sensibile miglioramento psichico ( decisamente riesco a sopportare meglio le avversità che inevitabilmente mi si presentano ); quello che faccio e di respirare lentamente e trattenere il fiato ( senza sforzarmi ) sia alla fine dell'inspirazione che dell'espirazione. Il problema è che mi hanno consigliato di lasciar perdere perchè è una tecnica che può farmi male al cuore ed ad altri organi e io volevo sapere ciò che Voi mi consigliate ( per favore non ditemi di respirare lentamente senza eseguire il trattenimento del respiro perchè ho già provato a farlo e non ho avuto gli stessi effetti positivi ). Se posso coninuare a farlo mi potete dire per quanti secondi massimo posso arrivare a trattenere il respiro e quanti minuti posso far durare una seduta di questo metodo? Vi ringrazio per la cortese risposta e vi saluto cordialmente.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del01/08/2006

Le tecniche antistress dovrebbero essere imparate e fatte sotto la guida di un esperto. Infatti il fai da te può portare a fare cose che al momento sembrano buone ma poi si rivelano negative.Mi sembra di capire che il suo problema è di carattere generale: anche a causa di una parxiale sordità lei si trova in uno stato di continua allerta.
Questo è tipico delle persone sorde ed è un problema che spesso viene sottovalutato. Questo stato di allerta crea una tensione anche muscolare oltre che psichica e mette la persona in una condizione di affaticamento continuo.
Il problema va affrontatoa a più livelli. Sicuramente lei può trarrevantaggio da tecniche di rilassmento come lo Yoga, ma credo che le farebbe molto bene anche una psicoterapia, anche di gruppo, che la aiuterebbe a trovare dentro di sè la fonte delle serenità.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra