L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

07/06/2008 17:24:06

Apatia termonucleare

E' da circa un anno che non provo piu' alcun tipo di sentimento. Non sto male, non sono abbattuto, come non sto bene...in sostanza non me ne frega niente di niente. Ad esempio: non me ne frega piu' niente di leggere, scrivere o comporre (cose che prima facevo regolarmente), non me ne frega niente se i miei parenti o genitori siano vivi o morti, non me ne frega niente neppure di essere vivo o morto io stesso. Se dovessero diagnosticarmi un cancro terminale sarei altrettanto indifferente alla cosa. Non mi interessa la politica, non mi incazzo piu' a vedere una gioventu' lobotomizzata dai programmi trendy per rimbecilliti, non mi interesso al lavoro o agli studi. Non trovo soddisfazione in nessuna attivita', nemmeno nel bere o nel consumare eroina, come non mi interessa il sesso. Se mi si rivolge la parola, non fregandomene nulla di cio' che chiunque abbia da dirmi, non sto a sentire, o, ancora peggio, mi giro e me ne vado. Quando va male comincio a insultare l'interlocutore che insiste nel blaterare di cose di cui niente mi frega. Non sopporto il bombardamento di informazioni che mi arriva, come e-mail promozionali o i video degli idioti che stanno su mtv o telegiornali pilotati o cartelloni pubblicitari con l'ultima figa straccia di turno. La sola presenza di chiunque che non siano animali (tranne i gatti) mi infastidisce, e soprattutto detesto tutti.
E' la tiroide? Sono i calcioantagonisti che prendo (420 mg al giorno)? E' la mia testa bacata o e' la mia testa a essere troppo realista?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del10/06/2008

Buon giorno,
lei è passato dal dire che non prova nulla e che nulla la interessa a dire che non sopporta alcune cose e che infine detesta tutti ;questa apparente contraddizione potrebbe spiegarsi con un disturbo dell'umore su cui potrebbero avere un ruolo sia la tiroide che i calcioantagonisti.
le consiglio di consultare il suo medico curante ed eventualmente uno specialista.
distinti saluti, dr. saccoccio

Dott. salvatore saccoccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Psichiatria
ARCO (TN)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra