L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

05/02/2008 17:56:41

Ascessi tonsillari

Gentili dott.,
mi chiamo Emanuele,ho 16 anni e mi trovo in una spiacevole situazione.
Fin da piccolo avevo spesso delle infiammazioni tonsillari.Nel 2000 mi sono sottoposto ad adenoidectomia.Nel dicembre 2003 ho avuto un ascesso peritonsillare dx e,dopo essere guarito grazie ad un'incisione e drenaggio,nel febbraio 2004 mi sono sottoposto a tonsillectomia.
Esattamente un anno dopo cioè nel febbraio 2006 ho avuto un ascesso faringeo posterolaterale dx,dopo un tentativo di drenaggio da sveglio con fuoriuscita di 6-7 cc di pus,si è reso necessario un intervento di incisione e drenaggio in narcosi probabilmente a causa della ricostituzione della sacca o per drenare una sacca non individuata in precedenza.
Nel aprile 2006 sono stato ricoverato in medicina per capire le cause ma dai numerosi accertamenti si è riscontrato soltanto un deficit parziale di Iga.
Inoltre da tre anni ho un problema alle mani,il quale le rende,nei mesi invernali,fredde e di colore violaceo(non so se questo abbia a che fare con i problemi precedentemente esposti,anche perchè nessuno ha mai capito precisamente di che cosa si tratti!). Ora nuovamente,nel gennaio 2007,è stato riscontrato un'altro ascesso faringeo dx e sono sottoposto ad una cura di antibiotici e cortisoni per non essere inciso ancora, cosa che si è ripetuta adesso,nel gennaio 2008, ma fortunatamente con la cura di antibiotici, sono riuscito a far “scoppiare” l’ascesso.
Io vorrei capire il motivo per il quale questi ascessi si presentano così frequentemente soprattutto nei periodi freddi,e per il quale ho quasi costantemente mal di gola e decimi di febbre.
Vi invio i miei ringraziamenti in anticipo sperando che voi mi saprete aiutare anche perchè non so più cosa fare e a chi rovolgermi.
Distinti saluti

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del08/02/2008

secondo il mio parere, andrebbe fatta una bonifica definitiva delle zone peritonsillari, se vi è necessità chirurgica, ma solo dopo attenti esami di un ottimo specialista otorino. inoltre con una panoramica digitale mi piacerebbe poter escludere un qualsiasi coinvolgimento dei denti del giudizio che a volte sono coinvolti in questo tipo di patologia ,specie se inclusi .auguri

Dott. alessandro romano
Specialista attività privata
Ricercatore
Specialista in Chirurgia maxillo facciale
Specialista in Odontoiatria
ROMA (RM)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra