L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

16/05/2005 20:42:41

Attacchi di panico

Sono una ragazza di 23 anni ho sempre sofferto di Ansia e a volte di attacchi di panico ma raramente, da tre mesi il mondo mi è crollato addosso tra una serie di eventi e l' Influenza non sono più riuscita a rialziarmi...Avevo paura di non guarire più dall' Influenza ogni giorno avevo un sintomo diverso nonostante gli esami fossero a posto...il mio dottore mi aveva prescritto le En gocce cosa che ho preso per pochi giorni e poi basta perchè sono contraria e mi mettono paura...da sola ho deciso di rivolgermi ad uno psichiatra il quale mi ha prescritto il fluoxeren sciroppo e le xanax gocce (13 gocce al giorno e 5ml di sciroppo al giorno)...non sono contenta di prenderle e non voglio prenderle per tanto tempo perchè ho paura degli effetti collaterali tanto che sono talmente agitata che mi prende un dolore al petto e male al braccio..non è che mi succede qualcosa? Secondo Lei posso curarmi anche senza? é meglio lo pschiatra o lo psicologo? E' vero che fanno perdere peso? Vorrei avere un Suo parere generale...grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del19/05/2005

La terapia che lo psichiatra le ha prescritto è buona, anche se personalmente, visto il suo peso, mi sarei orientata, anzichè sul fluoxeren, verso un'altra molecola piuù specifica per gli attacchi di panico e che dà meno effetti collaterali.
Capisco che possa non piacere dover prendere i farmaci, ma tenga conto che servono per rimettere in funzione quei meccanismi biologici che si sono un poco inceppati.
Ovviamente i farmaci da soli raramente risolvono i problemi come il suo, strettamente correlati ad aspetti relazionali. Per questa ragione la miglior terapia è quella combinata, in cui il farmaco viene associato ad una psicoterapia la quale, un poco alla volta, va a sistemare gli aspetti emozionali e relazionali in modo da poter poi sospendere i farmaci.


Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra