L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

01/02/2008 10:41:17

Aumento transaminasi

A mio marito (37 anni, in sovrappeso) nel corso di esami di routine (maggio 2007) è stato riscontrato un aumento di AST (44 U.I./L, riferimento 1-35 U.I./L) e ALT (84 U.I./L, riferimento 1-43 U.I./L).
A giugno 2007 gli esami sono stati ripetuti: AST 41 U.I./L e ALT 87 U.I/L. Mio marito è vaccinato per epatite A e B e risulta negativo per epatite C.
A luglio 2007 è stata effettuata ecografia addominale: fegato di volume aumentato con margini regolari di aspetto steatosico. Non si dimostrano lesioni a focolaio.
Gli esami ripetuti in dicembre 2007 hanno confermato AST 43 U.I./L e ALT 99 U.I./L, con bilirubina nella norma.
Il medico curante non ha ancora prescritto visite specialistiche o eventuale dieta appropriata, ha solo consigliato di ripetere gli esami tra qualche tempo. Possiamo effettiamente stare così tranquilli?
Grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del04/02/2008

Se, come dice, i vari markers delle epatiti sono negativi, non deve preoccuparsi più di tanto. Oltre a ridurre il sovrappeso, deve abolire qualunque tipo di bevanda alcolica, anche il vino. D'accordo su un controllo degli esami del sangue tra qualche mese.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra