L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

25/09/2006 20:53:57

Avversione farmacologica

Sono un ragazzo di 23 anni e da circa un anno soffro di depressione associata ad ansia.Sto cercando di associare alla psicoterapia un supporto farmacologico(l'entità dei sintomi rende poco efficace la sola psicoterapia).Ho provato ad assumere paroxetina, sertralina, amitriptilina e amisulpiride ma i risultati sono i medesimi:una cefalea davvero fastidiosa(a volte insopportabile).Da circa 2 mesi sto assumendo 10 mg di paroxetina; sopporto stoicamente il mal di testa pur di star meglio(in effetti un miglioramento della sintomatologia c'è stato ma non posso ritenermi affatto soddisfatto).Possibile che farmaci con diverso meccanismo d'azione diano lo stesso problema?Nel caso in cui la cefalea fosse di natura psicogena cosa si potrebbe fare?
Distinti saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del29/09/2006

Un antidepressivo che comunemente dovrebbe dare meno problemi di Cefalea è la mirtazapina. Ha però un altro effetto collaterale: determina un forte senso di sonnolenza.
Cordiali saluti

Dott. Gabriele Tonelli
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Neuropsichiatria infantile
Specialista in Psichiatria
BOLOGNA (BO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra