L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

24/03/2005 12:11:16

Azatioprina

Gentile Dottore,
sono una ragazza di quasi 30 anni, affetta da sclerosi multipla dal 1996, in cura dal 2000: inizialmente e per quasi un anno ho assunto contemporaneamente azatioprina e avonex, ma abbiamo dovuto interrompere l'avonex perchè probabilmente non compatibile con il mio corpo; avevo ormai sempre la febbre ed iniziavo a perdere troppi capelli. Abbiamo pertanto continuato solo con l'Azatioprina e ormai da due anni assumo tre pastiglie al giorno(prima due e mezzo). Il decorso della malattia si può così sintetizzare:una ricaduta nel 2000, una nel 2001, una nel 2002, due ricadute nel 2004(gennaio,giugno). Attualmente sto discretamente bene, anzi la mia domanda può sembrare un pò insolita: da settembre vado in piscina e visto i miei tempi mi hano chiesto di partecipare ai master di nuoto. Ovviamente loro non sanno della mia malattia ed allo stesso tempo fare delle gare rappresenta una sfida che va ben oltre la gara sportiva. Mi sono accorta tuttavia ed ho già fissato due visite specialistiche, che il mio cuore pompa a volte in maniera discontinua, come se saltasse ogni tanto il battito ed il disturbo si accentua specie nei giorni i cui faccio nuoto ed in particolare lo avverto quando sono sdraiata. La domanda è questa: può l'azatioprina creare scompensi cardiaci?
Vi ringrazio se vorrete rispondermi
Francesca

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del29/03/2005

I problemi cardiaci non rientrano tra gli effetti negativi che l'Azatiprina può dare normalmente, comunque dato che si sta preparando ad affrontare una "sfida" certamente molto bella ed importante, potrebbe prima fare alcuni banali controlli cardiologici, in quanto ciò che lei sente potrebbero essere solo delle "banali" extrasistoli che non hanno nessuna connotazione patologica.

Dott. Edoardo Gentile
Casa di cura convenzionata
Specialista in Neurologia
TORINO (TO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra