L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

07/05/2007 09:26:56

Bisogno di aiuto di capire

Sono al inninzio della gravidanza 45giorni o un gattino di 2 mesi e il mio ragazzo vuole darlo via perche e pericoloso dice io mi sono informata e o letto ma lui nulla se io evito le feci del gatto non corro rischi ma lui dice che se lo amo devo farlo che e per il nostro bene, e non lo accetto mi a gia dato via il mio cane solo perche lui a il cane( viviamo in appartamento con giardino il cane vive fuori e taglia grande)ok che e casa sua ma convivere significa che io devo decidere con lui e non porre il mio pensiero e poi decide lui, ora sono in cinta e non mi va,perche lui il mio ragazzo continua chiedermi se saro in grado di alevare un bambino (oh 17 anni di esperienza con bambini ero una tata)poi sa che mi piacerebbe chiamarla se fosse femmina Zoe ma lui dice che non sono normale che non e un nome. poi non mi difende mai dai suoi dalle batutine di suo padre e sua madre e le frecciate della sorella dicono che visto che sono cresciuta senza padre non capisco e so nulla di raporti tra marito e moglie e che non posso metermi tra padre e figlio io vorrei solo che suo padre non sapesse la nostra vita privata intima, che lui non andasse sempre da suo padre per tutto( i miei si sono lasciati che avevo 2 anni e mio padre non mi a mai cercato ma sono cresciuta con i zii come se fossero miei fratelli , e i nonni,mio nonno mi ha fatto da padre e non mi e mai mancato affetto anche se si litigava e mio nonno a diferenza di suo padre anche se era solo un muratore aveva rispetto delle persone ricche e povere e me la insegnato)
io convivo da 4 anni e non sono facili e tutto un lui che dice che non li vado incontro, io non o patente macchina e lavoro e quando li odetto che volevo lavorare e fare la patente ma detto che secondo lui e certo che io non sono in grado di guidare non sono come la sua ex ( e guardi questa ex e ancora il dio per la sua famiglia perche lei aveva la villa io sono povera)ora sono in cinta vivo in casa non lavoro non o amici la mia famiglia e lontano, e non va ora anche il gatto devo dare via .tutto cio che erano le mie abitudini le mie usanze a lui non vanno fallo per amore dice. non e amore questo io non volio piu andare incontro pur di non perderlo
dice che non troverei nessuno come lui che soporterebbe una come me senza titolo di studio senza lavoro senza nulla. che prima facevo una vita da parasita dice amici lavoretti par-time la tata, e uscivo con mamma a fare spesa a volte dice che quella era vita da parasita, ora sono sempre in casa pulire lavare e poi quando lui ce e li parlo e lui dice spesso che lo soffoco che non a tempo per lui che e sempre con me e che nessuno farebbe cosi per me lui esce lavora torna e si mette a guardare il meteo il televideo, il compiuter, a cena devo chiamarlo 4 volte e piu non sta mai vicino , non mette a posto nulla non lava nulla e se ce da fare un lavoro in casa tipo cambiare una piastrella chiama suo padre che viene a espezionare la casa e viene con il piastrelista. non siamo piccoli abbiamo 32 anni. dove che sbaglio perfavore mi risponda presto

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del10/05/2007

Mi pare che il problema non sia il gatto, ma la vostra relazione di coppia. Leio parla del suo compagno come di una persona prepotente che non le lascia nessuno spazio di decisione Se è così, per quale ragione vi siete messi assieme? In gravidanza è decisamente meglio evitare contatti con i gatti perchè anche il graffio può portare gravi danni al feto. Però immagino che lei abbia fatto gli esami per la toxoplasmosi e che abbia un ginecologo che la segue e le sappia dire se ha o non ha gli anticorpi per questa grave malattia. Fareste bene a rivolgersi ad uno psicologo esperto di problemi di coppia. Se lei si iscrive ad un corso di preparazione al parto potrebbe trovare lì esperti in grado di aiutarvi a costruire una coppia vera. eLe faccio tanti auguri, innanzi tutto per il bambino che deve nascere, e poi perchè lei trovi il modo di non farsi calpestare. (Però resto sempre in attesa che le donne che si lamentano dei loro uomini mi spieghino perchè ci restano assieme)

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra