L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

10/05/2006 17:53:56

C.A. Dott. Migliaccio

Gentilissimo Dott. Migliaccio,
mi scuso per la precedente risposta inesatta. Cinque anni fa ,quando è stata diagnosticata l’epilessia a mio marito, hanno effettuato la TAC e l’elettoencefalogramma anche quello che non deve dormire per 24 ore (non conosco il nome tecnico dell'esamei). Purtroppo non so gli esiti precisi di questi esami perché allora non conoscevo ancora il mio attuale marito e lui non parla volentieri di questa esperienza.

La ringrazio se può darmi una risposta ai miei dubbi


In allegato la domanda originale:

Gentili dottori,
vi ho già scritto più volte per porvi il seguente quesito, ma a oggi non ho ancora ricevuto risposta.
So che siete molto impegnati ma se poteste rispondermi vi sarei molto grata.
Mio marito ha 35 anni e per circa 5 anni ha assunto il “Tregol cr 200” (3 pastiglie al gg) prescritto dal neuorologo dopo un improvviso svenimento e dalla risonanza magnetica è stato diagnosticata Epilessia.
Da allora non ha più avuto crisi tranne una sera quest’ estate quando l’ho trovato seduto con gli occhi sbarrati, incapace di sentire e parlare e dei movimenti incontrollati di un braccio e gamba. Dopo l’episodio ha effettuato la visita annuale di controllo dove il neurologo ha deciso di aumentare la dose del farmaco con “Tegretol cr 400” (2 pastiglie al gg). Da allora ha avuto altri due episodi di “assenza” della durata di 2-3 minuti e ha spesso mal di testa, stanchezza e tremore ad un occhio. Premetto che è in un periodo di forte stress lavorativo, come cinque anni fa quando è successo il primo episodio di “svenimento”.
Ora io non so se insistere a fare un’altra visita neurologica oppure è solo l’assestamento della nuova dose del farmaco?
L’epilessia può insorgere dopo un forte stress oppure sono problemi già esistenti rimasti nascosti fino all’età di 30 anni?
Grazie mille per la vostra disponibilità,


Risposte:

Risposta del 29/04/2006

Come è stata fatta diagnosi di epilessia con la RNM?

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Gentile dottore,
rispondo alla sua domanda dicendole che è stata diagnosticata con TAC e non con RMN.
Saluti

Risposta del 05/05/2006

Dovrebbe farmi capire come è possibile, in assenza di lesioni cerebrali che si evidenziano alla TAC o alla RNM, fare diagnosi di epilessia, perchè solo con l'elettroencefalogramma ciò è possibile.
Cordialmente




Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del13/05/2006

Gentile signora,
l'esame cui si riferisce è l'EEG da deprivazione di sonno.
Io non mi occupo molto di terapia delle forme di Epilessia primaria ovvero senza una causa organica e sarebbe auspicabile che qualche collega neurologo in questa rubrica Le rispondesse in modo più esauriente.
Quello che posso dirLe io nel frattempo e che va valutato l'aggiustamento terapeutico controllando le dosi dl Tegretol che penso debbano essere aumentate ancora ed eventualmente prendere in considerazione l'uso di un altro farmaco. Ma su questo deve decidere il neurologo visitando Suo marito, controllando gli esami fatti compresi quelli ematochimici.
Infine dica a Suo marito che l' Epilessia è controllabile e di non considerarsi un diverso poichè lo stato psicologico è importante non dico per prevenire le crisi, ma per non vivere la situazione come una malattia grave con tutte le conseguenze sul carattere e la personalità.
Cordialità ed auguri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra