L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

17/01/2005 20:16:38

Calcolo ureterale

A seguito di coliche avute i primi di novembre, e relativi raggi X, mi è stato scoperto un calcolo di circa m/m 8 lungo il decorso ureterale distale che si proietta in corrispondenza del sacro a livello dell'emiscavo di sinistra.
Desiderando evitare un intervento con l'ureterescopio, vorrei sapere se è possibile frantumarlo ed espellerlo con una terapia farmacologica, e con altro.
Ringrazio per una cortese risposta e porgo cordiali saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del25/01/2005

Se il calcolo è visibile alla radiografia , facilmente sarà costituito da ossalato di calcio. Per questo tipo di calcolo non esiste la possibilità di una terapia che lo sciolga. Nella posizione nella quale il calcolo è ,non è possibile frantumarlo con le onde d'urto. L'importante è che il rene a monte non sia, o sia solo minimamente dilatato, e che venga controllato con una certa frequenza, mediante l'ecografia: Se il calcolo, trascorso un tempo ragionevole, non accenna a scendere a dispetto della terapia antispastica e dell'abbondante introduzione di acqua , l'unica possibilità na mio parere è l'Ureterorenoscopia con frantumazione del calcolo stesso

Dott.ssa Pia Carla Bossola
Medico Ospedaliero
DOMODOSSOLA (VB)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra