L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

05/12/2006 15:23:18

CAPOGIRI

Gentile specialista,sono una ragazza di 21 anni.Da circa un anno,da quando ho cominciato il corso di studio in tecniche di neurofisiopatologia,soffro di attacchi di panico,ansia frequente dovuti forse alla somatizzazione delle molte patologie che ho visto coi miei occhi,dato che sono una persona molto emotiva.In agosto ho terminato il primo anno di studi e dopo una settimana di riposo ho cominciato ad avvertire forti capogiri,vertigini mal di testa tanto che mi hanno impedito di uscire di casa.In circa 2 mesi sono dimagrita di circa 6 kg tanto che adesso arrivo a pesare 45 kg e sono alta 1 62 cm.La mia vita adesso la classifico soddisfatta,era una settimana che stavo meglio,ma un giorno mentre ero in metropolitana alla vista di una signora obesa,mi ricompaiono gli attacchi di panico,tanto che sto male che non riesco più a viaggiare tranquilla e ad uscire dato che mi gira sempre la testa.A volte quando non ne posso più prendo un 6 gocce di pasaden,ma vorrei farne a meno di questi farmaci.Da analisi del sangue effettuate risulta tutto bene,mi sono rivolta anche ad un otorino con esame vestibolare negativo.Dato che ho avuto un colpo di frusta al contrario,potrebbe essere una delle cause di questi capogiri?Poi dimenticavo di dirle che sento tutte le patologie su di me,sono ipocondriaca,sto sempre a fare visite mediche e ho paura della morte che mi ossessiona la vita.secondo lei è utile fare psicoterapia,o intervenire con qualche farmaco dato che la situazione è critica e mi sento in uno stato di allarme?la ringrazio mille,cordiali saluti

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del08/12/2006

E' un classico degli studenti in materie mediche: si sentono addosso tutte le malattie! E' capitato anche a me quando preparavo l'esame di patologia medica e capisco il suo sconcerto. Ma poi passa. Piuttosto mi pare che lòei abbia anche delle maniofestazioni di tipo fobico ossessivo, sia pure al primo stadio. Di questo mi preoccuperei di più, nel senso etimologico della parola, cioè "mi prenderei cura di più".
Non è che per caso lei soffre di una Depressione mascherata? Il dimagramento fa pensare a questo tipo di patologia piuttosto che ad Ansia pura. E anche le somatizzazioni sembrano più sul versante della difesa intrapsichica depressiva che non ansiosa. Dovrebbe farsi valutare da uno specialista, medico anche con competenze psicoterapeutiche, non solo neurofisiologiche. Il pasaden è un ottimo ansiolitico, ma bisogna verificare se è proprio di quello che lei ha bisogno. Aggiungerei che tutto ciò rimanda a conflitti intrapsichici inconsci che , probabilmente, gli studi che sta facendo hanno riattivato e portato alla luce. Questo non vuol dire che lei non è adatta per quegli studi, ma che deve capire cosa ha "dentro" che sta tentando in tutti i modi di farsi sentire.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra