L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

02/06/2004 19:28:48

Carcinoma uroteliale

Età 75 anni, in a.b.s., agosto 2001 intervento T.U.R. alla vescica, diagnosi istologica "carcinoma uroteliale papillare di grado 2. Tonaca muscolare indenne da infiltrazione". Terapia per 1 anno con farmaco rubicina, controlli successivi semestrali con cistoscopia e citologia urinaria anno messo in evidenza: alterazioni flogistiche reattive, assenza di atipie e la cistoscopia negativa, un ulteriore intervento TUR con esame istologico ha evidenziato una "Cistite angiomatosa".
Ultima cistoscopia gennaio 2004: "Assenza di lesioni eteroformative". Domanda: quale prognosi per il futuro quo ad vitam? Il nuovo test "Fish" (fluorescent in situ hybridization) che cosa è? Ringraziando anticipatamente F.P.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/11/2004

dalle informazioni che lei fornisce non sembra che ci siano gli estremi per pensare che la patologia vescicale possa progredire e quindi essere una patologia che intervenga sulla sua aspettativa di vita. sicuramente però è necessario che lei continui ad eseguire i periodici controlli cistoscopici per valutare che non ci siano recidive o per fare in modo da trattarle in maniera precoce.
cordiali saluti

Dott. Michelangelo Sorrentino
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
NAPOLI (NA)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra