L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

18/07/2008 10:39:01

Celiachia o allergie?

Gentile Dottore,
Le scrivo per avere un Suo parere in merito alla mia situazione.
All'età di 19 anni avevo IgE totali a 1863 (valore massimo 200, valore attuale 330), dermatite atopica e asma, positività (RAST) a grano, orzo, segale, aveva, lievito nonchè intolleranza (brath test) a lattosio e reflusso gastroesofageo con cardias incontinente. Sono stata messa a dieta di esclusione per due anni e mezzo e i problemi sono rientrati.
La celiachia era stata esclusa da gastroscopia con biopsie e dagli esami del sangue.
Attualmente, a 33 anni di età, in seguito nuovamente a problemi digestivi ed intestinali (gonfiore evidente e doloroso ed asma cronico), ho ripetuto la gastroscopia e gli esami per la celiachia che hanno mostrato i seguenti valori:
anticorpi antigliadina IgA: 32 (0-20)
IgG: 2 (0-25)
anticorpi antiendomisio IgA : negativo
antcorpi antitransglutaminasi IgA: 0.1 (0.0-1.4)
IgG: 0.1 (0.0-8.0)

La gastroscopia ha rilevato:
gastrite cronica prevalentemente antipilorica ad eziologia indeterminata (Hp-) con infiltrato infiammatorio di grado lieve, inattiva, senza atrofia o metaplasia intestinale. Mucosa duodenale caratterizzata da normale struttura, sede di lieve flogosi cronica non specifica. Il cardia è incontinente ed ho segni di reflusso gastroesofageo cronico nel terzo inferiore, linea Z sfrangiata.

Sono in terapia con Pantorco 40 mg, l'asma è migliorato, la dottoressa mi ha detto che non sono celiaca ma predisposta alla celiachia però mi ha parlato di un quadro complesso e per sicurezza mi ha detto di escludere dalla dieta grano, orzo, segale e avena e lattosio.
Compro in farmacia e al super i prodotti per i celiaci perchè ho scoperto che sono tutti a base di farine di riso, mais e fecola di patate perchè escludendo il glutine di conseguenza non hanno nemmeno il grano.
Il gonfiore è notevolmente migliorato e nessuno mi ha più fatto gli auguri per la gravidanza (che non c'è)!!

Premetto che ho ANA positivi e anticorpi antitireoglobuline positivi (con ormoni tiroidei nella norma).
La dottoressa mi ha detto che lei mi ricontrollerà solo per la gatsrite e che però dovrei farmi visitare da un immunologo e che forse è il caso di fare i test genetici HLA DQ2/DQ8, ma non so dove andare e a chi rivolgermi.
Cosa ne pensa? Davvero, con le IgA positive, non sono celiaca? Perchè appena escluso il grano sto bene?
La ringrazio sentitamente
Paola

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del21/07/2008

Sono d'accordo con la sua dottoressa : lei non ha la malattia celiaca, ma ha un'intolleranza nei confronti della gliadina, cioè la proteina del glutine. Probabilmente è per questo motivo che l'assunzione dei cibi contenenti glutine le provocano gonfiore e in ogni caso è più prudente evitarli. Lei tende anche a formare autoanticorpi, quindi un parere dell'immunologo è indispensabile.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra