L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infanzia

08/06/2005 09:46:10

Celiachia

Sono la mamma di una bimba di 17 mesi, che a 12 mesi ha fatto le analisi per la celiachia (vista la scarsa crescita della bimba, 7Kg, 69 cm (era questa che si era fermata fondamentalmente). I risultati sono statai: EMA positivi, Anti-transglutaminasi positivi, Anti-endomisio negativi, e negativa sia per DQ2 che DQ8. La gastroenterologa ha effettuato la gastro, che e' risultata dubbia, nel senso che non era presente l'infiammazzione, ma c'era una riduzione nell'altezza dei villi, il valore era inferiore a tre. Purtroppo, 15 giorni prima della gastro, la bimba era stata messa a dieta senza glutine per un attacco di diarrea molto pesante, che in quel momento non si riusciva a capire se dipendeva da l'MC, o da una semplice influenza intestinale (ipotesi questa che poi si e' ritenuta esserne la causa). L'allontanamento del glutine per quel periodo, secondo la gastroenterologa, spiegava l'assenza dell'infiammazione, e quindi abbiamo continuato a lasciare senza glutine la bimba. Lunedi' passato ha effettuato nuovamente le analisi del sangue per il controllo degli anticorpi (ora sono circa 4 mesi di dieta), le risposte le dobbiamo ritirare. Le scrivo, pero', perche' ieri siamo andati dalla nostra pediatra per il controllo semestrale della bimba. Ne e' risultatao che la piccola e' arrivata a 9 Kg e a 73 cm di altezza. Quello che ci mette un po' di preoccupazione, come genitori e' l'atezza, cioe' ci domandiamo se doveva, dopo questo tempo, prendere piu' cm, se invece sta' andando bene, o se per caso dobbiamo pensare di far fare alla piccola, anche un controllo del GH. Noi in famiglia casi di nanismo ipofisario non ne abbiamo, ma non sappiamo cosa pensare! Sappiamo benissimo che ancora dobbiamo sentire la nostra gastroenterologa che magari ci dira' che tutto procede per il meglio, ma nel frattempo volevamo avere gia' un parere in piu'. Inoltre, secondo lei, l'eventuale presenza di un male assorbimento, nei mesi passati, puo' aver ritardato anche uno sviluppo mentale? A noi sembra che la bima, anche se anora non cammina da sola, ma con l'aiuto della nosta mano, sia nella norma, vuole fare tutto da sola, mangiare, bere, pettinarsi, lavarsi i denti, ricorda dove sono le cose che le interessano, imita quello che facciamo, fa' i suoi discorsetti pronunciando alune paroline, che dire di piu'!
Sicura di una sua cordiale risposta le porgo i miei piu' cordiali saluti
Ernesta

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del17/07/2005

oggi sappiamo che la Celiachia è molto diffusa: solo qualche anno fa' le diagnosi erano tardive. Nel caso della sua bambina il Malassorbimento è stato individuato precocemente. Ci vorra' ancora un po' di pazienza e sempre perseveranza nella dieta per valutare i buoni risultati anche sulla crescita staturale; il peso comunque è già molto migliorato. Ancora non penserei a valutazioni ormonali: caso mai verranno consigliate in seguito. Stia tranquilla: la Celiachia non può aver alterato lo sviluppo cerabrale.

Dott.ssa Gabriella milani
Medico Ospedaliero
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio
Specialista in Pediatria e Neonatologia
MONTEPULCIANO (SI)


Altre risposte di Infanzia







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra