L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

14/11/2007 19:40:47

Cervicobrachialgia

Ho 56 anni e da circa un mese accuso disturbi a carico della spalla e braccio sinistro (forti dolori e formicolii nonché perdita di forza). Nonostante i diversi farmaci assunti (antinfiammatori, miorilassanti - uso di collare morbido) il disturbo perisiste per cui mi è stata prescritta una RM di cui riporto testualmente la refertazione:"inversione della lordosi nel tratto C4-C7 iniziali fenomeni spondilosici con discreta apposizione osteofitosica somatomarginale; coesistono fenomeni osteocondrosici a carico della limitante inferiore di C6- ernie mediane-paramediane sinistre dei dischi C5-C6 e C6-C7 che improntano lo spazio subaracnoideo e la superfice anteriore del midollo spinale; - lievi protrusioni discali mediani di C3-C4 e C4-C5; - non evidenti alterazioni dell'intensità del segnale a carico del midollo spinale; - regolare il canale vertebrale".
Conseguentemente mi è stata prescritta una cura cortisonica in fiale associata ad antidolorifici (paracetamolo più codeina) e al termine di tale cura la fisioterapia (tens, laser, ultrasuoni, massaggi decontratturanti).
Purtroppo a tre giorni dal termine della terapia farmacologica e dall'inizio della fisioterapia, mi ritrovo ad avere gli stessi disturbi e dolori precedenti la terapia cortisonica.
La prego pertanto di consigliarmi come procedere per risolvere questo mio gravoso problema.
Ringraziandola anticipatamente per la sua disponibilità nel fornirmi una risposta, le porgo distinti saluti.
E.G.


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del17/11/2007

INTERROMPA IMMEDIATAMENTE I MASSAGGI. In presenza di discopatia cervicale possono essere molto pericolosi.
Detto questo, pur se la parola definitiva spetta all'esame clinico diretto (anche per valutare il livello su cui intervenire) penso che sia necessario l'intervento chirurgico.

Cordiali saluti

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra