L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

18/11/2006 21:43:38

Che fare?

Gentile Dottore , pochissimo tempo fa le ho inviato la mail con oggetto ''Arnold Chiari?''. Nel frattempo ho deciso di autoprescrivermi i potenziali evocati visivi, acustici e somatosensoriali.Questi i risultati: PES degli arti superiori caratterizzati da scarsa identificazione della risposta corticale per stimolazione dell'arto sup. sinistro. PES degli arti inferiori caratterizzati da risposta corticale di bassa ampiezza bilateralmente e risposta al poplite scarsamente identificabile per stimolazione dell'arto inferiore destro.BAER con principali deflessioni scarsamente identificabili per stimolazione a sinistra.Dei PEV non ho ancora ricevuto il referto scritto , ma il neurologo mi ha detto che c'è un rallentamento della risposta bilateralmente (il che spigherebbe, credo , i miei dolori oculari e i disturrbi visivi che lamento).Questi risultati possono essere messi in relazione con l'ectopia delle tonsille cerebellari? Anche questa volta mi hanno solo parlato di disturbo d'ansia e prescritto un nuovo antidepressivo.Una SPECT cerebrale nel 2002 (fatta per i miei tremori che sembrano crisi epilettiche)aveva evidenziato un'area di ridotta perfusione in sede parietale dx e associato ipometabolismo; una Pet del 2002 una lieve riduzione del consumo di glucosio in sede temporale e parietale post. dx.La ultima RMN(ottobre 2006) evidenzia ectopia delle tonsille cerebellari e atrofia corticale in regione parietale posteriore bilateralmente.Dottore, io sono molto preoccupata , temo di avere la Sclerosi Multipla e sono stanca di sentire parlare solo di depressione e ansia.Possibile che per avere un parere un po' più illuminato ci si debba trasferire sempre a mille chilometri da casa?E' vero che i potenziali evocati con questi risultati non hanno alcun significato? E' ciò che ho sentito da un neurologo ospedaliero proprio poche ore fa.Grazie per la sua pazienza.La prego, mi dica qualcosa sul da farsi.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del21/11/2006

Sinceramente non riesco a capire perchè stia pensando alla Sclerosi Multipla . I risultati dei potenziali evocati non permettono una univoca interpretazione, la RMN non evidenzia aree di demielinizzazione e soprattutto il Suo neurologo non ha mai parlato di Sclerosi Multipla .
I suoi disturbi dipendono verosimilmente dalla Sindrome di Arnold-Chiari.
Non pensi alle malattie e riponga maggiore fiducia nel neurologo che La segue.

Tanti saluti.

Dott. Massimo Muciaccia
Medicina Territoriale
Specialista in Neurologia
BARI (BA)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra