L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Chirurgia estetica

24/06/2008 18:41:03

Cheloide: che fare?

Salve a tutti, sono una ragazza di 16 anni, circa 4 mesi fa, praticando attività sportiva con il gruppo scolastico -fuori dall'orario di lezione di attività motoria- si è svitato un attrezzo in ferro della palestra causandomi un ferita sul polpaccio, poco sotto il ginocchio -con ematoma, abrasione e taglio- non essendo uscito sangue e non facendo gran che male al momento dell'accaduto, ho pensao fosse una semplice ferita passeggera. dopo circa un mese, vedendo che la ferita faticava a rimarginarsi, mi sono rivolta al medico di famiglia il quale mi disse che il lento rimarginarsi della ferita era causato dalla vicinanza con unavena importante e l'ormai passata necesità di alcuni punti di sutura. dopo 3 mesi sono tornata dal medico dato che, dopo essersi icatrizzata, la ferita è rimasta dura, ossa-violacea e causava fote prurito e dolore in caso di sudore, il medico mi ha diagnosticato un cheloide da dover asprotare tramite chirurgia estetica.
è possibile risolvere il tutto con questo intervento? ci sono dei rischi?
volevo inoltre sapere se era possibile fare qualcosa dal punto di vista DENUNCIA dato che il professore si è letteralmente rifiutato di comunicare l'accaduto all'assicurazione dichiarando che <<è una cosa che passa!>> mentre a quanto pare continua ad andare per le lunghe e mi impedisce di svolgere attività per me abiuali quali l'escursionismo e la corsa, causandomi forti pruriti e fastidi.ringrazio tutti anticipatamente. Sara

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del18/07/2008

Gentile Sig.na ,
mi permetta di affermare che lei ha subito un danno e ha tutto il diritto di chiedere un risarcimento. Essendo minorenne è necessario che siano i suoi genitori ad accompagnarla da uno specialistica che le fornisca tutto il supporto scientifico per una relazione medico legale , oltre ad il coinvogimento di un legale di fiducia .
Per quanto riguarda il primo aspetto , le cicatrice patologiche vanno seguite da uno specialista , numerose sono le terapie sia loco -regionale ( pomate, gel di siliconi, etc ) che eventualmente mediante la LASER terapia .
Contatti uno specialista per un appuntamento .


Un cordiale saluto
Dr.A.M. Capretti
Consulente Tecnico del Tribunale di Milano

Dott. Alberto Capretti
Medico Ospedaliero
Specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva
MILANO (MI)


Altre risposte di Chirurgia estetica







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra