L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Pelle

08/05/2008 11:04:08

Cheloide

Ho subito l'asportazione chirirgica di un neo, e anche avendo tolto i punti da tre mesi la cicatrice é ancora ben arrossata e si é trasformata in cheloide. Ho provato a usare i cerotti al silicone per ridurre i cheloidi, ma ho come la sensazione che questi cerotti mi servano solo per appiattire la cicatrice, peró non a togliere l'arrossamento, al contrario: dopo averla vista molto piú arrossata di prima ho deciso di sospendere l'uso di questi cerotti. Vorrei sapere a cosa puó essere dovuto l'arrossamento (ho un altro cheloide ma non é mai stato arrossato) e quali possono essere le cure, e se é possibile che i cerotti abbiano un effetto intensficatore dell'arrossamento.
Grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del12/05/2008

Il cheloide giovane e' in fase di attivita', per cui e' rosso. Quello vecchio tende al biancastro. Se i cerotti che sta usando riescono ad appiattire la sua cicatrice, non ne sospenda l'uso! L'effetto richiesto a questi cerotti e' proprio l'appiattimento della cicatrice, e null'altro. Ma le pare niente? L'arrossamento se ne andra' via prima o poi. Tenga presente che i cheloidi piu' sono giovani e meglio rispondono al trattamento (che sia il cerotto al poliuretano, oppure trattamenti topici o infiltrazioni cortisoniche). Quando si e' indurito diventa molto piu' difficile ottenere risultati. Percio' ci pensi adesso!

Saluti
giosp@giosp.it
http://www.giosp

Dott. Giovanni Sportelli
Specialista attività privata
Specialista in Dermatologia e venereologia
GROTTAGLIE (TA)


Altre risposte di Pelle







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra