L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

18/01/2007 19:52:49

Cipralex

Buongiorno
sono uno studente di medicina di 25 anni ma sono indietro con gli esami per un caso di depressione maggiore che mi ha colpito 4 anni fa.non starò a dilungarmi sulle cause tra cui una famiglia sui generis e il famoso fissatore ilizarov.
il mio problema è l'aumento di peso: non mangio tanto, davvero non come dicono certi pazienti ma sono aumentato di 10 kg in 3 anni.puo essere la terapia?
sono passato dall'elopram gocce (15 al di) all' escitalopram cp ( cipralex ) una pastiglia la sera.
tavor al bisogno anche per dormire.
ho sempre sonno e non riesco e studiare e a concentrarmi ma non è solo un fatto di paura di dare l'esame: ero tirocinante al ps delle molinette:
insomma i miei iniziano a dire giustamente che non conclido niente e io sono stufo di essere un fallito con tutte le prospettive che avevo (sono uscito con 100 dallo scientifico e ho la media del 26).
ogni aiuto è ben accetto.
faccio gia psicoterapia

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del21/01/2007

Nei casi di Depressione il fatto di essere intelligente e di avere sempre avuto buoni risultati negli studi, purtroppo non vuol dire niente. La depresione non guarda queste cose e colpisce su aspetti molto più invisibili, sia di natura biologica(vedi serotonina) sia di natura strettamente psichica. L'aumento ponderale potrebbe essere dovuto ai farmaci, ma potrebbe essere anche il risultato di una dieta non del tutto adatta al suo metabolismo. Avere un fissatore ilizarov non è certo una bella esperienza e immagino si sia sentito limitato in molte cose. D'altre parte dobbiamo riconoscere che la sfids della vita è proprio trovare il modo di realizzarsi, in armonia col proprio sè, anche in situazioni personali e ambientali difficili. Sono sicura che con l'aiuto della psicoterapia lei riuscirà a ritrovare quella serenità che ora le manca. Ricordandosi magari anche che in una università dove i fuori corso per lazzaronite sono una tragica verità, c'è sicuramente posto per uno studente come lei. Se anche si laureerà in ritardo, avrà avuto le sue ragioni e non si deve sentire un fallito! In bocca al lupo.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra