L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

19/01/2007 22:31:14

CISTE EPIDIDIMO

SALVE OPERATO NEL 1996 DI VARICOCELE SX + FIMOSI
DOPO UNA SERIE DI ACCERTAMENTI PER DOLORE AL TESTICOLO SX,DOPO UNA SEMPLICE ECOGRAFIA SI ERA EMERGE UN VARICOCELE DI 3°GRADO E MODESTO IDROCELE SMENTITO POI ALLA VISITA DELL'UROLOGO IL QUALE MI DICE CHE PER VEDERE IL VARICOCELE NON E' GIUSTA UN'ECO MA UN ECOCOLRDOPPLER MI CONFERMA INVECE CHE VI E' UNA CISTE ALL'EPIDIDO SX.
OGNI TANTO MI DA' DOLORE E SENSO DI TRAZIONE,LUI MI CONSIGLIA DI NON OPERARE SE RESISTO E PER IL FATTO CHE PORTA ALLA STERILITA' VOLEVO SAPERE SE POTREBBE DIVENTARE MALIGNA E SE NEL CASO DI UN'INTERVENTO CHIR.COME FUNZIONA TALE INTERVENTO E SE POSSIBILE FARLO IN AN.LOCALE
CHE FARMACI POTREI PRENDERE AL MOMENTO DEL DOLORE ?
SONO GRAVI QUESTI TIPI DI CISTI?
COSA MI CONSIGLIA LEI?


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del24/01/2007

Caro lettore ,
una semplice cisti dell'epididimo in un giovane non va mai operata . IL rischio è la chiusura delle vie seminali , come complicanza post-chirurgica, dal lato in cui la cisti viene asportata. Monitorizzi la situazione con il suo urologo che mi sembra bene informato e corretto.
Un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra