L'esperto risponde

Domanda di: Mente e cervello

20/07/2006 15:57:27

Cisti aracnoidea lombosacrale

Nel 1995 (anni 33) a seguito di persistenti lombosciatalgie ho eseguito una rm il cui esito diagnosticava : "...... aumento di volume del canale sacrale (s2-s3-s4) con spiccato assottigliamento e verosimile focale interruzione dei corpi sacrali corrispondenti per la presenza nel canale stesso di una formazione cistica liquorale pura verosimilmente risultante dalla fusione di cisti peri-radicolari multiple ......". Il chirurgo non ha ritenuto necessario intervenire, mi ha imposto lo stop dell'attività agonistica e il controllo saltuario della situazione. Le successive rm non hanno evidenziato variazioni di sorta ma i sintomi sono peggiorati e ogni tipo di minima sollecitazione lombosacrale (da prestazione sportiva o sessuale) mi provoca lancinanti mal di testa che si manifestano 6-7 ore dopo l'evento (si sostiene per aumento della pressione endocranica). Io insegno educazione fisica e il problema comincia ad essere piuttosto invalidante. Premetto che un neurochirurgo francese 10 anni fa mi aveva pronosticato questo peggioramento e aveva caldeggiato l'intervento, che considerava relativamente semplice e definitivo. In Italia nessun neuroch. ha consigliato di intervenire (Milano, Pavia, Genova, Pietra Ligure). Ora non so più cosa fare ..... può aiutarmi ?
La ringrazio e porgo distinti saluti.
r.n.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:

Risposta del23/07/2006

Se i Suoi disturbi sono quelli che ha qui riferito e se "lo spiccato assottigliamento del canale sacrale" va interpretato come erosione dello stesso ad opera della cisti, credo che l'intervento sia necessario, ma bisogna visitarLa e vedere la documentazione clinica.
In ogni caso non ha interpellato tutti i neurochirurghi di Milano!
Cordialmente

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)



Altre risposte di Mente e cervello


© RIPRODUZIONE RISERVATA