03/03/13  - Cisti emorragica tiroidea - Diabete tiroide e ghiandole

Cisti emorragica tiroidea




Domanda del 03 marzo 2013

Domanda


Salve, mio marito è sotto controllo da più di un anno per una cisti emorragica tiroidea, di dimensioni vol: 35.9:i 4,2x4,4x4,1 cm a sviluppo esofitico polare inferiore. L'endocrinologo ha prescritto l'ago aspirato e l'esame istologico ha dato il seguente risultato: "gli strisci esaminati sono costituiti da materiale simil colloideo abbondante ed omogeneo e da emazie. TIR 1". Da circa una settimana il nodulo è diventato evidentissimo esternamente, per cui è andato a fare un ecografia che ha dato il seguente esito:
"ghiandola tiroidea di dimensioni complessivamente nei limiti della norma a sin. ( DAP lobo dx 14mm; DAP sn 20mm), ad ecostruttura parenchimale iperecogena disomogenea ed esente da nodularità solido/liquide ecoapprezzabili. Lobo dx - già rilevata formazione cistica con esame eco del 7/2012 - di vol. circa 35cc, che all'esame odierno arriva all'incirca 102 cc ( 6x4x6cm) nel contesto della formazione si referta immagine iperecogena di probabile deposito calcifico. Si consiglia consulenza chirurgica. Trachea in asse".
Venerdì siamo stati dall'endocrinologo, la quale, guardando i risultati ritiene che non sia cresciuta così tanto (a me e a mio marito sembra di si). e ha consigliato l'intervento chirurgico, anche perchè nell'altro lobo ci sono 2 piccoli noduli. Io ho chiesto se avrebbe consigliato l'alcolizzazione della cisti, visto che gli esami danno un buon funzionamento della tiroide, lei lo ha sconsigliato adducendo la motivazione che questa tecnica è molto dolorosa. Premesso che la decisione è di mio marito, ma mi chiedo non sarebbe meglio 2 o 3 sedute di alcolizzazione, anche se dolorosa, piuttosto che togliere una ghiandola, ancora funzionante e prendere l'eutirox a vita. Lei cosa consiglia? E' solo il dolore il motivo per non fare l'alcolizzazione? o ci sono altre controindicazioni? qualora lei la consigliasse, saprebbe dirmi dove la fanno? inoltre, sempre alla dottoressa abbiamo fatto presente che il 19 marzo abbiamo prenotato l'aereo per andare a trovare mia figlia, e staremo fuori dall'Italia per 10 gg. circa, per sapere se eventualmente ci sia urgenza di intervenire, e lei ha detto di no, di decidere con calma. Un'altra informazione, che mio marito ha dato alla dottoressa è che da un po' di giorni ha un indolenzimento al collo, e lei ha detto che non dipende assolutamente dalla cisti. Per favore, mi dia lei qualche indicazione, perchè nonostante le rassicurazioni dell'endocrinologo, siamo abbastanza preoccupati. Grazie di nuovo.
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Diabete tiroide e ghiandole



Potrebbe interessarti
Tumore della tiroide: il punto di vista dei pazienti
Diabete tiroide e ghiandole
13 aprile 2017
Interviste
Tumore della tiroide: il punto di vista dei pazienti
Sale: poco e iodato a difesa di cuore e tiroide
Diabete tiroide e ghiandole
10 aprile 2017
Focus
Sale: poco e iodato a difesa di cuore e tiroide