L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

28/01/2005 10:38:10

Cistite cronica


Dottore, ho una domanda da farle riguardo alla cistite, e la prego di rispondermi perchè inizio ad essere preoccupata.
Io soffro spesso di cistite, e l'ultima volta mi è venuta un mese e mezzo fa. Il mio dottore di base mi ha prescritto il monuril, ma non è servito a niente perchè dopo 3 o 4 giorni è riniziato tutto da capo. Allora mi ha dato il Prixar:ho preso due pastiglie al giorno per una settimana, ma anche questa cura non è servita. Il medico mi ha dato delle pastiglie di Utrican(non sono sicura del nome, sono vitamine all'estratto di mirtillo) e mi ha prescritto un'urinocultura con antibiogramma. Il risultato è stato la presenza di un batterio:enterococco faecalis. Il dottore non mi ha più prescritto niente ma io continuo ad a vere dei disturbi e sinceramente non ne posso più. La mattina quando mi alzo faccio pochissima pipì, e durante il giorno non ho continui stimoli, ma ho vari bruciori, un senso di malessere al fianco sinistro(la parte sinistra è quella che midà sempre più fastidio). Premetto che non sono stitica e anzi, a volte soffro di colite.Cosa devo fare?La prego mi dia una risposta!
Laura

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/02/2005

Vista la dolenzia farei una ecotomografia addome, inoltre analizzi attentamente le sue abitudini in particolare rapporti sessuali e uso del bidet e alvo per vedere se vi può essere qualche correlazione.
Come indicazioni generali assuma tanto yogurt.


Dott. Gino Montalcini
Specialista in Nefrologia
Specialista in Urologia
Casa di cura privata
ASTI (AT)


Risposta del15/02/2005

La diagnosi può essere fatta con un esame cistoscopico ed una raccolta accurata della anamnesi.Molto probabilmente si tratta di una CervicoTrigonite.La terapia in questi casi è locale e generale in quanto spesso le cause sono ginecologiche o intestinali.E inutile la terapia antibiotica.

Prof. Enrico Pisani
Specialista in Urologia
Casa di cura convenzionata
Casa di cura privata
Universitario
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra