L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

03/02/2006 02:53:03

Colon irritabile?

Ho 29 anni e da sempre soffro di un disturbo intestinale che consiste in questo: mi sveglio la notte con forti dolori addominali che passano al momento della defecazione. molto spesso i dolori sono talmente forti che perdo i sensi. al risveglio poi riesco a fare tutto e passo una giornata circa con diarrea. ho sempre legato questi avvenimenti sporadici a una alimentazione scorretta nei giorni precedenti oppure a periodi di forte stress, ma negli ultimi 3 mesi la situazione è cambiata. ho cominciato ad avere disturbi al basso ventre tutti i giorni con scariche di diarrea alternate a stipsi, un continuo senso di pesantezza e pancia gonfia. inizialmente ho cominciato a mangiare in bianco (riso, pasta, carne, pesce) eliminando pomodoro e cipolla, ma non è cambiato niente. dopo la visita dal gastroenterologo ho cominciato a prendere vsl#3 senza troppe differenze, ora non lo sto prendendo e sono sempre uguale. non ho più forti dolori ma solo un fastidio persistente e la necessità di andare in bagno 3 volte al giorno circa. cerco comunque nonostante abbia perso 8 chili in questo periodo di fare normalmente tutte le mie attività anche se sono piuttosto stanca. ho fatto per ora analisi del sangue e tutti i valori sono nella norma tranne protrombina 52%, e una rx apparato digerente completo in cui cui c'è scritto stomaco allungato ipotonico e piloro pervio (??) mentre il resto è tutto ok. il dott mi ha consigliato una colonscopia che intendo fare appena è possibile. cosa potrebbe essere secondo lei? solo stress??

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/02/2006

Alla sua eta' ritengo superfluo eseguire una colonscopia. Deve eseguire un esame delle feci completo,anche pr ricerca di eventuali parassiti e i test di intolleranza alimentare. Nel frattempo inizi una terapia con un antispastico intestinale, come il Dicetel, 2 o 3 compresse distribuite nel corso della giornata.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra