L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

16/02/2006 09:53:05

Comincio a preoccuparmi...mare nell'occhio

Buongiorno professore,
Le chiedo gentilmente di darmi un consiglio su un disturbo che da tanti anni mi perseguita.
In periodo stressante, pur essendo io una persona molto solare che supera agilmente gli ostacoli della vita (quanti!!), mi succede che a un certo punto o nell'occhio dx o in quello sin. senza motivo particolare, facendo qualsiasi cosa mi sopraggiungono "annullamenti " di campo visivo e comincio a sentire una forma di debolezza mischiata ad ansia da inspiegabilità del fatto.....vedo come il mare da un occhio . La cosa mi dura circa 20 minuti, ultimamente prendo una bustina di zucchero (non so perche' ma mi han detto che puo' essere calo di pressione..) poi mi sdraio ed aspetto che mi passi. Il fenomeno degrada pian piano , seguito da un senso di spossatezza e un po' di freddo...a volte sopraggiunge un leggero mal di testa nella parte frontale ma di poca rilevanza acuta. La cosa mi sarà successa una decina di volte dai 25 anni ai 43 (oggi). Puo' darmi un suggerimento? Tengo a precisare che un paio di anni fa ho fatto una visita oculistica completa in ospedale con risultato negativo e che un medico mi disse che era come un crampo in situazione di stress.
Mi hanno anche consigliato per una buona irrorazione sanguigna al cervello il GINGKO BILOBA, anche perche' non ho buona memoria.
Le chiedo un aiuto.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del19/02/2006

E' molto verosimile che il suo disturbo sia effetivamente da stress, cioè da Ansia accumulata che si "libera" con questa sintomatologia e forse anche con altre. In quest'ottica non mi sento di consigliarle il Gingko Biloba che è una radice notamente "stimolante", pertanto non molo indicata in chi ha già disturbi ansiosi e le consiglierei di rivolgersi ad un neurologo per una valutazione più approfondita.

Dott. Edoardo Gentile
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurologia
TORINO (TO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra