L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

13/06/2006 22:53:23

Comunicazione al dott.Tonino Grasso

La ringrazio per avermi risposto.
Vorrei raccontarle un pò di me. Sono una giornalista pubblicista, sto anche per laurearmi in Scienze dei beni culturali e ho anche un bellissimo matrimonio. Volevo risolvere il gonfiore al viso perchè avendo tantissime cose da fare tutto il giorno mi piacerebbe sempre essere in ottima forma. La Depressione è una "malattia" che non mi appartiene: amo la vita e tutto quello che faccio.
Cordiali saluti



Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del16/06/2006

Devo con costernazione confessarle di non saperle indicare altri indirizzi a spiegazione della sintomatologia accusata, peraltro descritta e non constatata personalmente, salvo una indagine sulla funzionalità renale, Torno a rimarcare i limiti qi queste consultazioni, che prescindono sia da una visita accurata, che da un'attenta e particolareggiata anamnesi.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Risposta del16/06/2006

Devo con costernazione confessarle di non saperle indicare altri indirizzi a spiegazione della sintomatologia accusata, peraltro descritta e non constatata personalmente, salvo una indagine sulla funzionalità renale, Torno a rimarcare i limiti qi queste consultazioni, che prescindono sia da una visita accurata, che da un'attenta e particolareggiata anamnesi.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Risposta del17/06/2006

Il gonfiore del viso, appartiene ai sintomi vaghi e aspecifici, che vanno sempre accuratamente indagati, sulla loro origine. Capisco che non è facile, ma proprio per questo, ho esami strumentali che mi permettono di seguire in tempo reale il ragionamento diagnostico e terapeutico. Va indagato accuratamente il sistema immunitario, infatti questo reagisce alle azioni di agenti patogeni esterni in maniera particolare e definirei, strana, gonfiore del viso, ma questo è uno dei tanti, proprio vaghi e aspecifici. Quando entra un agente patogeno, il sistema immunitario reagisce, cercando di espellerlo, ma può anche non riuscirci, a questo punto comincia un periodo di transizione, che può durare anche diversi anni, in cui cerca di reagire, ma non riesce, finché sopraggiunge la malattia conclamata. A questo punto tutti sono capaci di porre una diagnosi, ma il difficile sta nell’eseguirla molto tempo prima, quindi è necessario possedere il ragionamento adeguato ed esami strumentali che permettano di rilevare le cause che determinano questi sintomi vaghi e aspecifici. Il lavoro non è facile, si fa prima ad aspettare, che sopraggiunga la malattia conclamata, ma altrimenti, mancherebbe la prevenzione e scusi il piacere dello studio. Troppo facile echitettare la persona come nervosa, stressata, più difficile è analizzare attentante le cause che possono portare a quei sintomi.
Saluti




Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Risposta del17/06/2006

SI...E? VERO. n viso gonfio, anche se non visto, può far pensare, eventualmente, anche all'allergia a qualche cosmetico! E' che così si deve lavorare troppo di fantasia!
Mi scuso con la signora, e mi congratulo con il collega che ci ha o pensato, mi pare, prima di me.
Cordiali saluti.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra