L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Scheletro e Articolazioni

19/02/2007 17:21:09

Condromalacia ginocchio sx in fase algica

Buon giorno,
circa 3 mesi fa ho ripreso l'attività sportiva, che avevo interrotto da 2 anni; ma dopo il secondo allenamento (jogging) ho avvertito subito dopo la fine dell'attività sportiva un forte ed improvviso dolore al ginocchio sx.
dopo aver effettuato un RM la diagnosi dell'ortopedico è stata quella di condromalacia. Mi è stato prescritto un ciclo di antinfiammatori per 20gg un integratore alimentare per rinforzare la cartilagine per 3 mesi, un ciclo di 10 sedute di fisioterapia (ionoforesi e laser), ed infine 5 infiltrazioni (1 alla settimana per 5 settimane).
Attualmente ho effettuato solo parzialmente la cura (non ho fatto le 5 infiltrazioni) senza alcun risultato, anzi con un visibile peggioramento del ginocchio che ormai ha una flessione ridotta accompagnato da un continuo gonfiore sia nella parte anteriore che nella parte posteriore!!!
Dopo aver consultato un altro ortopedico ho intrapreso un nuovo ciclo di antinfiammatori più forti dei precedenti e riposo completo; ho interrotto la fisioterapia che secondo l'ultimo dottore è controproducente nella fase in cui l'infiammazione è ancora in atto. Nell'ultima diagnosi mi è stato detto che in ultima analisi bisogna ricorrere all'operazione.
Vorrei sapere cosa ne pensa di questi due tupi di cure e quale è la più corretta (o nel caso in cui fossero entrambe scorrette mi consigli Lei qualcosa); inoltre vorrei sapere se le infiltrazioni sono valide per questo tipo di infiammazione e in ultimo se l'operazione può realmente risolvere questo problema.

La ringrazio anticipatamente
C.



Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del23/02/2007

Le infiltrazioni, probabilmente di acido jaluronico sono valide, associate a glucosamina o galattosamina per via orale (per rinforzare la cartilagine).
Associ riposo articolare, eviti il calore indotto e pratichi 10 sedute di magnetoterapia , ciascuna della durata di 30 minuti.
Potrebbe migliorare il dolore e l'infiammazione usando un antiinfiammatorio locale (gel, crema, spuma,........).
Attenda di aver completato la terapia prima di darmi eventualmente se notizie.
Saluti

Dott. Pasquale Prisco
Specialista in Ortopedia e traumatologia
TORRE ANNUNZIATA (NA)


Altre risposte di Scheletro e Articolazioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra