L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

17/01/2005 13:30:29

CONFLITTO D'AMORE

Sono sposato da circa 18 anni e ho due splendide creature, prtroppo il rapporto con mia moglie sembra incrinarsi ogni giorno di più, a dire il vero non è mai stato un rapporto forte e maturo ma piuttosto conflittuale, discussioni puerili, incomprensioni, paure e debolezze ci hanno sempre accompagnato nella nostra vita matrimoniale. La nostra libertà sembra essere sempre condizionata dalle scelte dei nostri genitori, in realtà ci facciamo molti scrupoli e non abbiamo amicizie forti e sicure. Ultimamente alcuni problemi economici e la casa (siamo in affitto) hanno procurato parecchie frustrazioni a mia moglie, la quale mi incolpa di tutto ciò davanti ai figli. Noi abbiamo due filosofie di vita diverse, io sono più spirituale mentre lei è una materialista e possessiva. Ci dia un consiglio per superare la crisi.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del20/01/2005

qualcuno, molto spiritosamente, ha detto che l'amore eterno era possiblie solo ai tempi di Giulietta e Romeo, quando la vita media era di trent'anni.
Portare avanti nel tempo un rapporto di coppia( soprattutto ora che giustamente nella coppia si ricerca lo spazio per la libertà individuale e la crescita personale) non è facile e bisogna accettare che vi siano conlfitti più o meno grandi. Il punto è proprio questo: noi abbiamo tendenzialmente paura del conflitto perchè ne vediamo solo gli aspetti distruttivi. In realtà il conflitto, se gestito bene, può essere fonte di trasformazioni positive e progettuali del singolo e della coppia. Al proposito vi è una notevole letteratura psicoanalitica.
Ovviamente ,non conoscendo direttamente la vostra coppia, posso solo fare considerazioni generiche.
Perchè non vi rivolgete ad un terapeuta capace di sostenere una terapia di coppia? Nella mia pratica clinica vedo coppie che arrivano in consultazione con un carico di aggressività notevole e che, un poco alla volta, ridiventano capaci di comunicazione e di progetti comuni. Il progetto comune potrebbe essere anche una separazione, ma gestita con coerenza, civiltà, comprensione reciproca.
Se poi il progetto comune è un rinnovamento dell vita coniugale, allora è ancora più bello.
Auguri.


Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
BRESCIA (BS)



Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra